Monticchiello, penultima parte…

Da vero amante del verde mi ha sempre colpito nei vari borghi che fotografo la presenza di molte piante davanti alle case. Anche questo non ha deluso le mie aspettative, c’erano alcune vie dove il verde quasi copriva le case, bellissimo a vedersi…

Un profumo di muschio e di campagna avvolgeva il mio camminare per le vie lastricate del borgo, era come essere a fare un’escursione in montagna e trovarsi circondati da dimore storiche. Le due sensazioni si univano, andando a formare un mix di poesia e relax…

Quando i raggi del sole cominciano a scaldare troppo ecco queste case alte a riparare il passante ed offrire quella frescura tanto amata nella stagione calda. Passeggiare in quella via era un vero piacere, un venticello leggero accompagnava il ritmo dei miei passi nel silenzio dei pensieri….

E poi ci sono quegli angoli nascosti che sono dei veri musei a cielo aperto. Entro in questo piccolo spazio e mi trovo avvolto da una sensazione d’altri tempi. Ogni cosa sembrava essere lasciata lì da molti anni, la bellezza di esplorare queste realtà è come quella di scoprire un oggetto antico sepolto dalla polvere degli anni….

Esco dal borgo attraverso una bellissima porta storica, il vento caldo mi accoglie mentre mi riaffaccio su panorami senza tempo, dove la poesia del paesaggio toglie le parole alla razionalità del vivere quotidiano…

Domani l’ultima parte di questa narrazione, poi come detto rimarremo in tema storico, sono sicuro che anche la prossima narrazione saprà stupirvi. Grazie mille per i vostri sentiti commenti…

14 pensieri riguardo “Monticchiello, penultima parte…

    1. tutti le mie narrazioni sono improntate ad un tipo di viaggio virtuale, vi accompagno passo dopo passo nel mio lungo camminare. Grazie mille per aver apprezzato, mi fa molto piacere, buona domenica 🤗😉

  1. A volte vorrei modificare le foto dove c’è l’elemento moderno in un contesto storico (come nell’ultima foto), ma poi capisco che è questione di accettazione della realtà e che senza quell’elemento moderno anche quello storico si sgretolerebbe nell’oblio.

    Bravo Max

    1. proprio così, apprezzare lo scorrere del tempo, sentirne l’impronta e coglierne ogni sfumatura è la cosa bella che unisce un viaggiatore alla sua poesia…😉👍
      Grazie dei complimenti, buona domenica 😊

  2. il muschio… uhù.. che cosa suggestiva poter evocare il profumo del verde.. immaginare con te ormai è un appuntamento fisso, Max! grazie mille, un abbraccio!

    1. stimolare l’immaginazione ormai fa parte dei miei viaggi emozionali nei quali vi accompagno passo dopo passo ogni giorno, grazie mille come sempre per apprezzare, un caro abbraccio, buona domenica 🤗😉😊👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: