Cervo, 14° parte…

Ci sono angoli del borgo meno conosciuti, che una volta che li scopri ti lasciano senza parole. Ecco che svoltato un piccolo angolo della lunga salita, mi trovo in questo piccolo passaggio di grande relax. C’è un bar con un piccolo spazio esterno, il vento accarezza il vicolo, le case hanno quelle tinte calde cheContinua a leggere “Cervo, 14° parte…”

Cervo, 13° parte…

“…Mi trovo sull’Aurelia, la strada principale che collega l’intera Liguria, attendo un attimo che non passino auto e scatto una foto al borgo visto dalla strada. Come potete vedere molti borghi se uno li vede passando in macchina non dicono nulla, o poco, ma esplorandoli a piedi si apre un mondo di bellezza e incanto,Continua a leggere “Cervo, 13° parte…”

Cervo, 12° parte…

“… Arrivo in prossimità del mare, quel giorno per via della pioggia di qualche ora prima le spiagge erano ancora vuote, c’era un vento teso e anche piacevole che faceva percepire meno la calura, mi lascio catturare da un attimo di puro relax… Sono poggiato ad un muretto, accanto a me arriva una giovane turista,Continua a leggere “Cervo, 12° parte…”

Cervo, 11° parte…

“… Delle persiane si stavano muovendo smosse dal vento, il loro cigolio colmava quell’attimo di strana solitudine per le vie del borgo. La discesa verso il mare era un vero spettacolo, i colori dopo la pioggia erano ancora più vivi di prima, avete presente quelle giornate primaverili, ecco, quello era il teatro che mi siContinua a leggere “Cervo, 11° parte…”

Cervo, 10° parte…

“… La musica mi avvolge appena entrato nella piccola chiesa, quelle note di pianoforte rimbalzavano fra le pareti della chiesa creando un effetto davvero coinvolgente. Ascoltare musica dal vivo è sempre un’emozione unica…. Probabilmente stavano facendo delle prove per qualche concerto che avrebbero tenuto in una di quelle giornate, cammino in punta di piedi perContinua a leggere “Cervo, 10° parte…”

Cervo, 9° parte…

“…Quando cammino in un borgo, in un qualsiasi posto della nostra meravigliosa penisola, mi piace anche osservare le varie case. Spesso m’immagino a vivere in una di quelle, e penso alle sensazioni che proverei di volta in volta. Mi sembra di sentire il suono delle campane, il vociare della gente fra i vicoli, il trambustoContinua a leggere “Cervo, 9° parte…”

Cervo, 8° parte…

“…Salgo per vicoli che profumano di storia, il tempo sembrava essersi fermato, come le gocce di pioggia che incessantemente cadevano da oltre un’ora. Ogni singolo angolo era una scoperta, non avevo una meta precisa, camminavo e basta… Attraverso un luogo molto particolare, in quel punto trovo un’enoteca. Fuori delle grosse botti con dei tappi sopra,Continua a leggere “Cervo, 8° parte…”

Cervo, 7° parte…

“…Nell’aria le ultime gocce di pioggia, un bar con le sedie alzate racconta quell’attimo di pioggia improvvisa, c’è profumo di terra bagnata nell’aria e anche di cibo, dai vicoli il vento trasporta le essenze aromatiche delle varie pietanze. Era quasi mezzogiorno, i vari locali si apprestavano a ricevere i clienti… Quella pioggia trasportata dal ventoContinua a leggere “Cervo, 7° parte…”

Cervo, 6° parte…

“…Sono appena entrato, la luce del sole dall’esterno illuminava la Chiesa. Da fuori non dava l’impressione di essere così grande, invece vista dall’interno è davvero maestosa. Ci sono varie persone, per ripararsi dalla pioggia alcuni si sono rifugiati qua, dal portone in lontananza si odono ancora dei tuoni… Di solito nei piccoli borghi si vedonoContinua a leggere “Cervo, 6° parte…”

Cervo, 5° parte…

Un timido sole sbuca dopo la pioggia, i tuoni si sentono sempre più lontani, attraverso un altro punto del centro storico. Un bambino sta per uscire dal portone, la giornata promette bene, può tornare a divertirsi nel calore delle contrade, e magari fare una corsa verso il mare. Nel pomeriggio il sole sarebbe tornato forteContinua a leggere “Cervo, 5° parte…”