Viaggio nella lavanda, 16° parte…

Certi paesaggi sanno trasformarsi in quadri a seconda di come li osservi. Quel sentiero in mezzo al verde cangiante dei prati era davvero pittoresco osservato da lì. La lavanda in primo piano poi completava la scenografia fiabesca… In quel momento una spessa nube aveva coperto il sole, il fresco dell’ombra accompagnato dal vento si facevaContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 16° parte…”

Viaggio nella lavanda, 8° parte…

M’immergerò nella tua bellezzaquando i campi di granodanzeranno alla brezza dell’estate.Amerò i tuoi colorinel vergine abbagliodi una bellezza che mutacome un sorriso di gioia.Sfoglierò i tuoi petaliscrivendo apostrofi d’incantofra crepuscoli di saggezza… Ecco il classico albero che tutti si fermano ad abbracciare, la sua circonferenza è davvero imponente, i suoi rami sono così fitti daContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 8° parte…”

Viaggio nella lavanda, 7° parte…

Stiamo per attraversare un punto magico, l’arboreto Prandi dove nel corso dei decenni sono stati impiantati alberi di ogni specie, provenienti da molte parti del mondo. Specie assai diverse fra loro che convivono nella foresta che stiamo per attraversare. Venite con me e preparatevi ad emozionarvi…. La calma è con me, ci sono uccellini cheContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 7° parte…”

Viaggio nella lavanda, 6° parte…

Scioglierò le gemme del mio cuoreper scrivere pagine d’amore,nell’umile frangentedi un’estate sbocciatacome la bellezza della tua gioventù.Sarò verbo di rugiadaquando il mattino scriverà le sue lacrimesullo stelo del tuo corpofragile e purocome un sogno posatosul guanciale dell’aurora… Uscendo dal borgo ecco un’altra chiesa antichissima, profuma di storia, le sue mura sembrano parlare, dialogando con quellaContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 6° parte…”

Viaggio nella Lavanda, 5° parte…

“Tra i fiorisi aprivano pagine d’estate,vibravano come aria caldafra respiri di ventonel muto danzaredi verbi dorati.” Sto attraversando il cuore del piccolo borgo, le case sembrano avvolgermi, lasciandomi scoprire il territorio lentamente, in modo da assaporare ogni attimo del mio cammino… Tutto attorno al borgo il verde sembra non trovare confini, lo scorgiamo fino all’infinito,Continua a leggere “Viaggio nella Lavanda, 5° parte…”

Viaggio nella lavanda, 4° parte…

All’interno della piccola cappella si cammina su un pavimento rialzato, in legno. Stanno eseguendo dei restauri, s’intravede solo una parte dell’opera storica che stanno cercando di rivalorizzare… Nonostante non sia in ottimo stato, si percepisce molto bene la bellezza di questi dipinti, i loro colori, i particolari dei personaggi, dai vestiti all’incarnato, insomma un lavoroContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 4° parte…”

Ai piedi del Monte Rosa, 1° parte…

Per un punto la votazione è stata indirizzata sulla montagna, per chi amava i borghi toscani, dopo questa narrazione ne farò una dedicata anche a loro. Tenete presente che ne ho molte già pronte, devo solo scrivere i testi. Bene amici, siamo pronti per partire per una lunga escursione che ci farà ammirare sua maestà,Continua a leggere “Ai piedi del Monte Rosa, 1° parte…”

Da Campiglia a Monesteroli, 1° parte…

Sta per iniziare un viaggio meraviglioso, una di quelle escursioni che tutti almeno una volta nella vita dovrebbero fare. Certo non in estate, qua il caldo è intenso già da maggio, quando ho fatto questa escursione era marzo, e già ho patito il caldo. Qua ci troviamo a Campiglia, una piccola frazione sopra a Portovenere,Continua a leggere “Da Campiglia a Monesteroli, 1° parte…”

Tramonto su Genova, 2° parte…

Ci sono punti come questo che sebbene siamo a pochi km dal centro, ci fanno viaggiare con la fantasia, tanto che potremmo pensare di essere in una Regione montuosa della nostra magica Italia. Le sensazioni d’inverno sono amplificate dalla vegetazione spoglia che fa da cornice al paesaggio.. Ecco un altro forte che caratterizza le altureContinua a leggere “Tramonto su Genova, 2° parte…”

Autunno al Colle del Melogno, ultima parte…

Presto quella magia sarebbe finita, il sole stava calando dietro i monti, gli ultimi raggi fendevano la nebbia regalandomi gli ultimi attimi d’incanto prima della sera… Cominciai a seguire il sentiero di ritorno, illuminato da quei raggi che mi seguivano come proiettori di una scena teatrale. Io ero l’attore, l’unico protagonista, li avrei potuto recitareContinua a leggere “Autunno al Colle del Melogno, ultima parte…”