Gromo, 4° parte…

Ho aperto il post di oggi con una bella immagine del borgo visto da una piccola frazione subito attaccata. In questa nuova piccola realtà troviamo un altro complesso storico che per bellezza e architettura mi ha colpito molto, si tratta di questa chiesa con tanto di curatissimo giardino antistante, una bella realtà che valeva unaContinua a leggere “Gromo, 4° parte…”

Pubblicità

Clusone, ultima parte…

Entro in punta di piedi nella piccola chiesetta, un’atmosfera raccolta, quasi intima, mi accoglie in un anfratto di silenzio. In questo piccolo spazio è racchiusa molta arte, sono colpito dalle numerose decorazioni, dall’altare, dal quadro riccamente decorato alle sue spalle. Questo è un piccolo gioiello artistico da scoprire e apprezzare con calma… Sulle pareti lateraliContinua a leggere “Clusone, ultima parte…”

Clusone, 10° parte…

Siamo nel centro assoluto di Clusone, in questa via ci sono i più importanti siti di attrazione turistica, fra cui l’orologio astronomico che vedremo a breve. Qua si trovano anche bar dove consumare colazioni all’aperto nella stagione estiva, sempre affollati vista l’importanza di questo punto strategico. Ma sui palazzi di questa via si trovano ancheContinua a leggere “Clusone, 10° parte…”

Clusone, 7° parte…

Dopo aver osservato opere d’arte di assoluta bellezza, e dopo questo viaggio nella fede mi appresto ad uscire per proseguire il mio viaggio. Ed è qua che incontro una luce davvero ipnotica, la grande porta semiaperta lasciava entrare uno spiraglio di luce quasi magico, mi concentro su quel fascio di luce lasciando in ombra ilContinua a leggere “Clusone, 7° parte…”

Clusone, 6° parte…

Entriamo nella Basilica, la bellezza ci avvolge, si rimane estasiati dinanzi all’incanto di questa chiesa ricchissima d’arte, tanto che non sappiamo da dove iniziare a guardarla. Se già il portone d’ingresso ci ha stupiti, all’interno è una vera esplosione di ricchezza… Il gioco di luci dell’altare si fonde con la luce proveniente dall’esterno, sia dalleContinua a leggere “Clusone, 6° parte…”

Clusone, 5° parte…

Ci troviamo dinanzi ad un affresco unico nel suo genere, la danza macabra, sulla facciata dell’Oratorio dei Disciplini, un affresco risalente al 1400, parzialmente distrutto dai rimaneggiamenti della facciata avvenuto nel corso dei secoli. Il passaggio fra il mondo dei vivi e quello dei morti è qui rappresentato in tutta la sua drammatica e vivaContinua a leggere “Clusone, 5° parte…”

Clusone, 4° parte…

L’arte mi abbracciain un concerto di bellezzamentre ascolto il respiro del giornocrescere sempre piùfra vagiti di caldoe sussurri di vita.Sopra di mestatue d’imponente staturaprendono appuntifra il mio sguardo curiosoe la mia mente bambina… Risalgo la scalinata principale, la solitudine mi è amica mentre esploro questo posto per la prima volta, un senso di magnificenza s’impossessaContinua a leggere “Clusone, 4° parte…”

Clusone, 3° parte…

Una scultura troneggiava al centro di quella piccola aiuola, uno sguardo a tratti severo, reso vagamente inquietante da quel puntino nero che qualcuno ha posizionato su una delle pupille. Lo guardo mentre mi avvicino, attorno a me il silenzio dell’alba. Instauro un linguaggio muto con quella scultura avvolta nella natura, quasi a dimenticarmi della bellezzaContinua a leggere “Clusone, 3° parte…”

Santa Luce, 2° parte…

Quando ho visitato questo borgo era il periodo della lavanda, e guardate un po’ la creatività degli abitanti cosa hanno composto! Davanti ad una casa in stile campagnolo una miriade di oggetti con i colori della lavanda e fiori di vario tipo, danno vita ad uno spettacolo unico, anche profumato per giunta. Direi che diContinua a leggere “Santa Luce, 2° parte…”

Castel Vittorio, 2° parte…

La vita a misura d’uomo qua è una realtà, la si vede dalle piccole cose, da quegli angoli dove gli abitanti amano incontrarsi, per parlare del più e del meno, dalla semplicità degli addobbi, dalla naturalezza della vita in genere. Ci alziamo ora sulla piazza per vederla dall’alto prima di addentrarci in un altro angoloContinua a leggere “Castel Vittorio, 2° parte…”