Viaggio nella lavanda, ultima parte…

Prati, strade e campi, un intreccio di bellezza che ci porta verso la conclusione di questa bellissima escursione, che avete apprezzato in moltissimi. Spero che anche le prossime siano così interessanti ai vostri occhi… La prossima immagine sintetizza molto bene il legame fra il borgo di Sale San Giovanni e la lavanda, un connubio racchiusoContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, ultima parte…”

Viaggio nella lavanda, penultima parte…

Dipingerò il colore dei tuoi occhifra gli spazi del cieloscrivendo apostrofi di bellezzaprofumati d’estate.Saranno delicatiti i tuoi sognilucenti come il solecocenti come l’estatesapranno di ventoe di salementre fermerò la tua bellezzaall’atrio della gioventù…. Scaldami di paroleprima che la notteprenda il posto del giorno,accogli i miei sguardimuti e sincericome un soffio d’estate.Sarò il guardiano delle tueContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, penultima parte…”

Viaggio nella lavanda, 15° parte…

La simpatia è di casa alle porte di questa frazione dove stiamo passando, immerso nella lavanda ecco un personaggio molto particolare, impossibile non notarlo, strappa un sorriso ad ogni passante… E guardate per attirare i turisti cosa si sono inventati, ecco il nome del borgo in una corona di lavanda, con tanto di mazzetti profumatissimiContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 15° parte…”

Viaggio nella lavanda, 14° parte…

Adoro perdermi tra filari di lavanda, con quel profumo che ti ammaglia, e quella sensazione di libertà da stringere al cuore. Quel giorno speciale lo ricorderò a lungo, come i vecchi viaggi in Provenza che ho fatto molti anni fa, ma che ricordo come fosse ieri… Tra quei camminamenti, non molto distante da me, c’eraContinua a leggere “Viaggio nella lavanda, 14° parte…”

S. Quirico D’Orcia, ultima parte…

Certi angoli sanno incantarti al primo sguardo, il sapore d’altri tempi e quella bellezza di particolari ti entrano nel cuore e vi rimangono a lungo…. E’ proprio vero che quando le cose ti attirano le puoi ammirare mille volte e guardarle come fosse la prima. Quella chiesetta romanica era la prima che avevo visto entrandoContinua a leggere “S. Quirico D’Orcia, ultima parte…”

S. Quirico D’Orcia, 8° parte…

Le possenti mura sembravano spuntare come grossi alberi dal centro della vegetazione, io ero lì ad ammirare il paesaggio, con la calma dettata dal caldo e i ritmi lenti di un giorno di vacanza. Se c’è una cosa che amo del paesaggio toscano è quella vastità di spazi, di verde, che si mischia con l’ocraContinua a leggere “S. Quirico D’Orcia, 8° parte…”

S. Quirico D’Orcia, 6° parte…

Anche all’interno questa Chiesa conserva la magnificenza che abbiamo ammirato sul lato esterno col post di ieri. Soprattutto dietro all’altare ci sono delle statue di una meraviglia sopraffina, artisticamente impeccabili! Una visione grandangolare ci permette di vedere anche le due navate laterali, ed avere così un’idea complessiva dell’interno di questa chiesa. Sebbene quest’ultime non abbianoContinua a leggere “S. Quirico D’Orcia, 6° parte…”

S. Quirico D’Orcia, 5° parte…

Miei cari viaggiatori, oggi mettetevi comodi che vi faccio osservare arte d’altri tempi, cominciamo da questo particolare mica da poco. Provate ad immaginare con gli attrezzi dell’epoca cosa voleva dire creare simili opere! Le maestranze dell’epoca aveva i cosiddetti attributi giusti 😉 E quello che avete appena visto ancora è niente, andremo ad osservare particolariContinua a leggere “S. Quirico D’Orcia, 5° parte…”

S. Quirico D’Orcia, 4° parte…

Alle mie spalle, osservando la porta con la catapulta, si aprivano altre vie, che avrei esplorato in seguito, per il momento era il cuore del centro storico ad attirare la mia attenzione, e le sorprese stavano per giungere al davanzale del mio sguardo… Davanti a me una chiesa vestita a festa sembrava invitarmi ad entrare,Continua a leggere “S. Quirico D’Orcia, 4° parte…”

Monte Moro, ultima parte…

Soffre la Terrapiangendo lacrime di ghiaccioin estati sempre più roventi.Laghi mutidipingono paesagginel silenzio abbagliantedi vette in trasformazione. Dall’alto tutto ci appare diverso, lo stesso paesaggio dipinto di grigio, con quei colori cancellati dai raggi del controsole, testimonia la realtà delle ultime stagioni estive, con ghiacciai in ritirata e rocce che sembrano sbriciolarsi come vecchi castelliContinua a leggere “Monte Moro, ultima parte…”