Autunno all’Oasi Zegna, 1° parte….

Con questa nuova narrazione vi porto a conoscere il bosco del sorriso, nell’oasi Zegna, un luogo nel quale ritrovare la pace con se stessi attraverso il contatto con la natura. Con questi primi cartelli voglio mostrarvi la vera essenza di questo percorso nel bosco, e i motivi per i quali vale la pena percorrerlo…

Come potete leggere in questo bosco le piante sanno trasmetterci la loro energia, in un contatto sensoriale che fa bene all’anima e alla mente…

Se ancora non conoscevate i benefici delle varie piante, o pensavate che camminare nel bosco fosse solo un modo per respirare aria pura, qua avrete modo di ricredervi, scoprendo nuove proprietà dei vari alberi…

Ma nel giorno che ho fatto questa escursione c’erano anche delle simpatiche raffigurazioni per i più piccoli, vediamone alcune e scopriamo chi le stava mettendo…

Questi piccoli ometti delle foreste si nascondevano ovunque, anche dentro delle valigie, l’autunno li stava rapendo per portarli nel mondo dei sogni…

Già, l’autunno, quella stagione che mi stava sfuggendo di mano, troppo precoce da una parte, troppo tardiva dall’altra. Dopo aver fatto il Parco di Monza praticamente in estate, con ancora tutto verde, qua al contrario eravamo già ad inizio inverno..

Intanto questo folletto si leggeva una fiaba, forse per dimenticarsi di questa stagione anomala, o forse per sognare un mondo diverso, di cui c’è sempre bisogno. Ma chissà chi stava mettendo queste figure nel bosco!….

Beccato! Col suo carico di refurtiva da posizionare nel bosco 😁😁 ecco svelato il mistero di questi figuranti sparsi lungo il sentiero, pronti ad incantare i piccini che passavano di lì, e qualche adulto che voleva tornare bambino..😁

Ho iniziato questa tappa anche con un po’ di ironia, giusto per colorare questa nuova narrazione. Da domani invece proseguiremo nel cuore del bosco, a respirare la pace assoluta e quell’armonia che diventa poesia, quindi non vi resta che ripassare per continuare a viaggiare…😉👍👍

Pubblicità

22 pensieri riguardo “Autunno all’Oasi Zegna, 1° parte….

  1. ehi, uno degli gnomi è gemello, preciso preciso,del mio che ho come fermaporta 🙂 e poi ne ho di più piccoli sparsi per casa…comunque sia l’oasi che il parco della Burcina sono assolutamente da visitare, bellissime entrambe in primavera e autunno. Alla prossima 🙂

    1. Guarda un po’ che combinazione, senza saperlo hai trovato dei gnomi famigliari anche da queste parti 😊😊 come posto è molto bello, purtroppo avrei dovuto arrivare prima, come autunno era già passato da quelle parti, anche perchè ero a 1500 metri di quota. Anche in primavera dev’essere molto bello questo posto. Da ritornarci di sicuro. Un caro abbraccio, buona serata…😉👍🤗😊

  2. che bella l idea degli gnomi o nanetti! sicuramente farebbe incuriosire ogni bambino ma anche adulti : i frequentatori sono spinti a cercare gli gnomi senza pensare magari alla fatica del camminare. Gli alberi sono una gran cosa..non credo che emanino particolati energie ma sicuramente hanno molti benefici che tutti sappiamo. Beh io ho la betulla qui vicino e fra lei e me c ‘ è molta sintonia😍😍😍
    buona serata Max!

    1. gli alberi anche se non sembra sanno emanare queste forme di energia, l’avevo già letto da molte parti e questo bosco è uno dei tanti esempi in tal senso. Poi va beh ognuno li percepisce a modo suo, io con tutte le escursioni che ho fatto in montagna dovrei vivere fino a 200 anni con tutte le forme di energia che ho assorbito 😁😁😁
      Grazie del commento, un caro abbraccio, buon martedì 🤗😊👍😉

  3. ecco qui… una delle tante meraviglie del mio Piemonte…
    l’oasi Zegna…fa parte delle bellezze del Biellese… non sono ancora riuscita a vederla…
    che simpatici i gnometti folletti… soprattutto quella che si legge le favole… mi fa pensare a tutti i genitori che hanno voglia di leggerle ai loro figli… prima di andare a dormire…
    e… molto forte… quello con la valigia… quella voglia di partire e abbandonare tutto…
    ti auguro una buona serata… 🌟🌙🌷🍂🌈🌍 un abbraccio… 🙂🙃😊😄

    1. hai visto, ti ho fatto scoprire una delle tante meraviglie della tua Regione senza uscire di casa 😊😊 mi fa piacere che hai apprezzato questo simpatico percorso nel bosco, fra gnomi, folletti e fantasia. Il discorso delle favole ci sta tutto, infatti in un cartello dicevano che i bambini avrebbero dovuto andare a scoprire la favola che leggeva il gnomo folletto, un invito ad amare il mondo delle favole che hai ricordato in questo nostalgico e sentito ricordo.
      Un caro abbraccio Cinzia, buon martedì..😊😉👍🤗

  4. Ommmioddio, ma che carina l’idea di posizionare dei folletti nel bosco, 🤩👍🤩👍🤩👍! Sembra proprio d’entrare in un bosco incantato e popolato da creature magiche che danno il benvenuto ai visitatori. Questi piccoli dettagli che rendono magico questo tratto di bosco fa tornare subito bambini anche quegli adulti che hanno dimenticato di mantenere sempre vivo dentro di loro quel lato fanciullo, 😀. Ci si lascia stupire da queste piccole ma deliziose raffigurazioni e anche il nome del bosco “Bosco del Sorriso” mette subito tanta tanta allegria, 😃. Mi è piaciuta moltissimo questa prima tappa e sono molto curiosa di scoprire che cosa ci sarà nelle prossime, 😉. Un caro abbraccio e buona serata, 😘😊🤗😉.

    1. Sapevo che avresti gradito tantissimo questa tappa, pensa che quando ho scattato queste foto ho subito pensato a te, ho detto questo percorso lo amerà di sicuro, la tua simpatia qua ci stava proprio tutta. 😁😉😉 Ora da qui in avanti sarà solo la natura a parlare, ma questa prima tappa volevo proprio dedicartela 😉 grazie come sempre per la tua simpatia e le tue bellissime letture, un caro abbraccio, buon martedì 🤗👍😊😉

      1. 😁😁😁, c’hai visto bene, 😉: adoro com’è arricchito questo percorso nel bosco e sicuramente attirerà tantissimi bimbi… ma anche bimbi già cresciutelli, 😉. Grazie per il gentile omaggio di questa dedica, 🙏 : l’ho apprezzato davvero tantissimo, 😊. A domani con la seconda tappa Max! Buona notte e un caro abbraccio anche a te, 😊🤗😘😉.

  5. Ciao Max
    che meraviglia questo bosco, quasi mi sento a casa. Qui attorno a me ci sono boschi infiniti, mancano, forse, i folletti, magari si anima il bosco la sera 😉🥰. Veramente bello e rilassante camminarci attraverso.
    Un abbraccio e grazie! 🥰😘
    Chiara

    1. i boschi, le foreste, sono i nostri polmoni verdi, trascorrere anche solo qualche ora a settimana al loro interno ci fa già sentire meglio. Un caro abbraccio, buona serata, grazie del commento..😊🤗👍😉

  6. Davvero simpatica l’idea di sparpagliare folletti nel bosco, tutto acquista un sapore di fiaba. E’ sempre benefico stare a contatto con le piante senza dubbio. Bellissimo post come sempre! 😊👏👏👏👏👏👏🤗Un abbraccio e buona serata!

    1. stare a contatto con la natura ci fa stare davvero bene, io almeno nei fine settimana cerco sempre di ritagliarmi un po’ di spazio da dedicare alla natura, un vero toccasana per l’anima e la mente. Mi fa piacere che hai apprezzato questa simpatica tappa, grazie del commento come sempre, un caro abbraccio, buona serata..🤗👍😉😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: