Da Valbondione al Rifugio Curò, 13° parte…

Dopo la lunghissima salita era ora di scendere a valle attraverso il sentiero in parte nuovo di cui vi ho accennato all’andata. Era tempo di bilanci, di riflessioni, su quello che questa escursione mi aveva regalato. Intanto l’amara sorpresa di trovare il Lago vuoto, e poi questo inedito paesaggio, che dopo tanta acqua trovata lungo la salita, ancora una volta mi aveva stupito per i colori, i contrasti, lo scenario stranissimo osservato…

Ripasso dal laghetto della spada nella roccia, c’è qualcuno che tenta di estrarla 😁 povero illuso. Lo scenario è davvero meraviglioso, un luogo di sosta incantevole prima di ridiscendere a valle…

Nel punto in cui sono state posizionate le bandiere c’è una piccola terrazza panoramica, da qui si può osservare tutta la vallata con un effetto davvero da wow!!

Ecco il vastissimo panorama che si vede dalla piccola terrazza, il punto di arrivo da qui appare un minuscolo puntino nascosto da una luce fin troppo intensa…

Col teleobiettivo ecco una bella prospettiva di Valbondione immerso in quella luce bluastra tipica delle giornate estive in montagna quando la foschia spesso non permette di vedere molto lontano….

Ritorno sul sentiero osservando la bellissima prospettiva dell’ostello della gioventù che da lassù domina incontrastato tutto il paesaggio…

Dall’inizio del sentiero di discesa la piccola terrazza panoramica dove ero pochi minuti prima appare in una prospettiva da brivido con quell’avamposto roccioso proteso nel vuoto…

E a proposito di brividi e prospettive non perdetevi la puntata di domani dove vedrete dei passaggi davvero spettacolari di questo sentiero scavato nella roccia, vi aspetto come sempre, grazie mille delle vostre visite e dei vostri commenti….

Pubblicità

19 pensieri riguardo “Da Valbondione al Rifugio Curò, 13° parte…

    1. allora non perderti la puntata di stasera con un passaggio nella roccia molto suggestivo, grazie come sempre per apprezzare, un caro abbraccio, buona serata…😉👍🤗😊

  1. Hai proprio ragione Max: quel panorama è davvero da effetto wow, 🤩! Una cosa è sicura: se si vuole guardare il paesaggio da quella terrazza meglio non soffrire di vertigini perché ci potrebbe sempre essere il rischio di qualche capogiro improvviso, 😉. Le vedute di questi spazi così ampi sono meravigliose e la scalata per arrivare in cima è giusto un piccolo prezzo da pagare ma poi, quando ti si spalancano davanti agli occhi dei paesaggi così, si è ampiamente ripagati da tanta bellezza, 😃.
    Un caro abbraccio e buona serata, 😊😉🤗😘.

    1. io in genere non ho mai sofferto di vertigini, in passato ho camminato su delle cengie rocciose protese nel vuoto a mani nude, senza alcuna protezione, eppure ero tranquillo, come passeggiare su un normale sentiero, queste escursioni rispetto a quelle fatte in passato sono delle passeggiate romantiche, manca solo la parte femminile 😁😁😁
      Nella puntata di stasera vedrai un passaggio molto suggestivo del sentiero di ritorno, un caro abbraccio, buona serata… 🤗😊😉

      1. Un vero avventuroso Max, 😀! In famiglia ho mio zio che ha qualche problema con le altezze: quando si andava a fare qualche gita a Saint Moritz bisognava prendere il trenino del Bernina e lungo il viaggio ci sono dei punti in cui sembra che, il treno possa precipitare tanto è alta la linea dei binari su cui corre. Oltre a godere di un panorama fantastico si resta quasi ipnotizzati davanti al paesaggio. Io ero sempre incollata al finestrino a guardare fuori, mio zio a pregare che si arrivasse presto perché aveva timore che il treno deragliasse. Fortunatamente non è mai successo ma la paura che aveva era tanta.
        Corro subito subito a leggerla la prossima tappa, 😉.
        Un caro abbraccio e buona serata anche a te, 😘😉🤗😊.

      2. Io sempre in estate e un paio di volte anche in inverno ma concordo con te: i paesaggi, anche se cambiano le stagioni, sono sempre fantastici, 👍👍👍🤩🤩🤩!

    1. Sì, è un classico dell’estate, è quasi impossibile trovare un’ottima visibilità nei mesi estivi, lo stesso calore fa tremare l’aria rendendola offuscata e traballante, le migliori condizioni per panoramiche lontane si hanno d’inverno nelle giornate di foohn per il nord ovest e parte dei settori alpini, e con il garbino sul versante adriatico..😊😉👍👍🤗

  2. le montagne blu sullo sfondo profumano di fresco e spiccano per la loro grandiosità. La spada nella rocvia io l ‘ ho vista a san Galgano.ed era altrettanto suggestiva. La foto sulla vallata ci consegna un paesaggio di lontananza e di vastità. grazie per le belle immagini di grande respiro e un abbraccio a te Max

    1. Lo sai che moltissimi anni fa ero stato anch’io a San Galgano! 😊😊 La prima spada nella roccia l’avevo vista lì anch’io 😉, mi fa piacere che hai apprezzato anche oggi questi bellissimi scenari montani, un caro abbraccio, buona serata..🤗😊😉👍

    1. Eh sì, quel giorno di cammino ne feci davvero tanto, e pensa che il giorno dopo avevo fatto una camminata ancora più lunga, la leggerete con la prossima narrazione…😉😊👍👍

  3. davvero bellissima la foto con il vastissimo panorama… e che emozione poterlo vedere da quella terrazzina…
    bisogna mettere da parte la paura e le vertigini… per poter ammirare tutta questa naturale… fresca…maestosa e infinita bellezza che solo i paesaggi montani sanno donare…
    immagino che sia stata una bella conquista essere arrivato a quell’altezza…
    un abbraccio per te… 😄😊🤗🙃 e… ti auguro una buona serata… 😘🌙🌟🌈🌷🌱🌃🌃

    1. la terrazzina era tranquilla, c’è la ringhiera, si è in sicurezza, lì anche chi soffre di vertigini ci può arrivare, magari senza sporgersi sotto 😁 mi fa piacere che hai apprezzato questi bellissimi scenari montani, noi amanti della montagna condividiamo le stesse emozioni, anche solo attraverso delle immagini. E’ sempre bello raggiungere delle vette ed ammirare il panorama che si osserva da lassù. Grazie come sempre dei bei commenti, un caro abbraccio, buona serata..🤗😉😉👍

      1. “noi amanti della montagna condividiamo le stesse emozioni, anche solo attraverso delle immagini.”
        tutto vero…
        ma vedere i scenari montani dal vivo… sulla propria pelle… non ha eguali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: