I laghi di Fremamorta, 12° parte…

Dopo aver visto laghi e montagne spettacolari ecco un altro aspetto di queste montagne, quello storico. Ci stiamo avvicinando al forte che abbiamo intravisto ieri da lontano, a mano a mano che mi avvicino la sagoma inquietante della sua presenza si fa viva davanti ai miei occhi, offrendo uno spaccato storico che solo le memorie di chi lo ha vissuto potrebbero raccontarlo….

Mi avvicino alla struttura, sinistri rumori di tavole cigolanti e vecchie inferriate mosse dal vento mi fanno desistere dall’entrare, la struttura è pericolante, meglio non avventurarsi all’interno e scorgere solo alcuni particolari dall’esterno….

Prima di uscire da quel posto sinistro scorgo un’immagine molto bella, lo scorcio dei monti osservati dalla porta d’ingresso offre uno spaccato naturalistico molto avvolgente, offrendo una chiave di lettura diversa al paesaggio appena osservato….

Ecco come si presenta il forte visto da dietro, come si nota c’era anche una costruzione secondaria collegata ad esso, probabilmente serviva da deposito, per munizioni, viveri e altro. Vederla così potrebbe farla sembrare una piccola caserma, sicuramente conserva pagine tristi di un passato che non dovremmo mai dimenticare, come tutte le guerre combattute nel mondo….

Superato il forte, il mio percorso ad anello, prima di cominciare la lunghissima discesa, mi permette di osservare un quarto lago. E’ di forma circolare, assomiglia ad un piccolo cono vulcanico, le sue acque sono più profonde degli altri laghetti, lo dimostra la colorazione blu più intensa della sua parte centrale….

Ovviamente stiamo sempre parlando di altezze relative, la profondità di questi laghetti non supera qualche metro, ma danno l’idea della loro magica bellezza, avvolti in queste cornici naturali, dove la parola libertà assume un significato ancora più profondo…

Da quel punto potevo osservare anche distintamente il terzo lago, quello visto prima, infatti la striscia di terra sulla quale sto camminando più avanti separa i due laghetti, che sono collegati fra loro da un piccolo ruscello, in pratica ci troviamo nel mezzo di due laghetti di una bellezza unica….

Il post di domani si aprirà con un’immagine spettacolare di questo laghetto, poi spostandoci lo osserveremo da nuove prospettive, fino a vederlo sfumare fra le montagne. Vi aspetto come sempre qua sul mio blog. Se volete vedere le anteprime dei borghi che sto visitando in questi giorni seguitemi su instagram, trovate il link in alto qua sul mio blog 😊😉👍👍

12 pensieri riguardo “I laghi di Fremamorta, 12° parte…

  1. fotograficamente parlando diviene suggestivo anche il forte diroccato, hai fatto benone a prenderne le distanze, buon proseguimento di avventure 🙂

  2. se non altro quei poveri soldati avevano la bellezza della natura da vedere lì intorno..magari qualcuno di loro avrà scritto poesie! Quel cielo è spettacolare e così pure quei laghetti di quell’azzurro così intenso da riempirci di sensazioni piacevoli e da farci ricolciliare col mondo! Buona serata Max..pensare a questi paesaggi prima di addormentarsi fa solo bene!

    1. sì, non saprei a cosa pensassero quei soldati, dati gli eventi è probabile che la natura fosse l’ultimo dei loro pensieri, ad ogni modo l’ambiente attorno era meraviglioso, almeno in estate, d’inverno nella neve le difficoltà era moltissime, per non parlare del freddo a quelle quote..
      Mi fa piacere che hai apprezzato, un caro abbraccio, buona giornata..🤗😉😊👍

  3. Peccato davvero che in luoghi tanto belli si debba pensare a quanto dolore l’umanità ha passato…(e sta passando). certo le costruzioni dovrebbero essere messe in sicurezza…

    1. moltissimi forti sulle nostre montagne sono in queste condizioni, ero stato su quelli del Colle di Tenda un paio di anni fa e anche quelli erano pericolanti in alcune parti, in più c’erano dei buchi nel pavimento, bisognava fare attenzione. Ora è un luogo magnifico, all’epoca era un teatro di guerra…👍

  4. la foto con lo scorcio dei monti osservati dalla porta d’ingresso… potrebbe diventare un puzzle…
    io…guardo da fuori i forti abbandonati… ho paura di entrare… la maggior parte delle volte sono pericolanti…
    bellissimo il colore blu di questo laghetto… 💙 starei ore ad osservare la sua naturale e limpida bellezza…
    un bacio… 🌟🤗😘

    1. grazie di cuore per aver apprezzato, io di solito se non sono troppo pericolanti, un’occhiata dentro veloce la do sempre, giusto per vedere cosa si nasconde all’interno. Mi fa piacere che hai apprezzato..😊😉👍🤗

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: