Castel Vittorio, 2° parte…

La vita a misura d’uomo qua è una realtà, la si vede dalle piccole cose, da quegli angoli dove gli abitanti amano incontrarsi, per parlare del più e del meno, dalla semplicità degli addobbi, dalla naturalezza della vita in genere. Ci alziamo ora sulla piazza per vederla dall’alto prima di addentrarci in un altro angolo del borgo molto suggestivo….

Le verdi colline spuntano come raggi del sole all’alba tutto attorno alle case, le abbracciano con l’ossigeno dei loro alberi, donando un po’ di refrigerio nella calde giornate estive, come quella nella quale mi trovavo….

Due volti mi portano in un cortile interno, la cui intimità è così viva che ti viene da camminare in punta di piedi per non disturbare. E’ quasi buio in questo passaggio, la luce dorata del sole qua appare solo riflessa dalla tinta delle facciate che si elevano sopra a questo stretto spazio….

Passaggi in pietra, vie che ci trasportano nella storia, rimaste tali nel corso dei secoli. Pietre consumate, scorrono sotto i nostro piedi, mentre avanziamo alla ricerca di nuovi angoli da visitare….

Il campanile della chiesa principale del borgo mi appare in tutta la sua statuaria meraviglia appena superato uno stretto passaggio. Lo sguardo corre al cielo per ammirarne la sua inalterata bellezza…

Il caldo del mattino cominciava ad aumentare, refoli d’aria cominciavano a scorrere per le vie addolcendo la calura. Passo dietro il campanile per arrivare a scoprire una piccola piazzetta molto singolare, che è anche il sagrato della Chiesa…

Appena voltato l’angolo eccomi di fronte alla facciata della Chiesa, molto minimale, essenziale direi, senza grossi motivi di attenzione, almeno rispetto ad altre che vi ho fatto conoscere qua sul mio blog

Domani raggiungeremo altri passaggi ed altri angoli davvero suggestivi, le sorprese qua non finiscono mai , vi aspetto come sempre…😉😊👍

8 pensieri riguardo “Castel Vittorio, 2° parte…

  1. la bellezza delle cose semplici che si sono consumate un poco nel tempo e che sicuramente hanno dei riferimenti storici. Spazi stretti minuscoli cortili e passaggi oscuri donano alla narrazione il silenzio che hai attraversato tu in questo paesino..di sicuro un poco di frescura sarà arrivata dalle montagne intorno! grazie Max..tutto molto piacevole! buona serata e a domani

    1. sono proprio le atmosfere che voglio farvi vivere passo dopo passo a rendere magica anche questa narrazione 😊, riguardo il fresco, in realtà quel giorno era parecchio caldo, nel pomeriggio c’era da morire, più di 30°C . Non sono borghi molto alti, e nelle vallate interne il clima è continentale, magari la notte è molto fresco, ma di giorno è più caldo che sulla costa. Grazie come sempre per apprezzare i miei viaggi, un caro abbraccio, buona serata…🤗😉👍😊

  2. Le strade lastricate in pietra sono tra i fiori all’occhiello di questo borgo, 🙂: ormai l’asfalto ha preso il sopravvento quasi ovunque ma per fortuna che esistono ancora dei luoghi in cui camminare per stradine che hanno mantenuto intatta la loro bellezza è qualcosa di speciale, ☺️. Mi piace molto la chiesetta, 👍: semplice e senza troppi fronzoli, arricchita però da quell’affresco sulla facciata che la rendono uno dei punti focali della vita di questo incantevole borgo. Tutto il borgo, nel suo insieme, lo rendono un luogo perfetto in cui poter passare una giornata all’insegna della semplicità e della tranquillità, 🙂. Un caro abbraccio e buona serata, ☺️🤗😘😉.

    1. sai che sono molto i borghi che ho visitato con le strade in pietra, anche nella scorsa estate nelle Marche ne avevo trovati parecchi, uno l’avete visto qualche tempo fa qua sul mio blog, e vi era anche piaciuto molto 😊 Anche i borghi liguri per la maggior parte son come questo, nel centro storico ci sono ancora le vie di secoli addietro, poi va beh tutto attorno al borgo le strade sono moderne, e in questo caso anche ben tenute. Grazie come sempre per apprezzare, un caro abbraccio, buona serata…🤗😉👍😊

      1. Hanno un fascino antico queste strade che le strade di oggi, con tutto il cemento che c’è, non potranno mai avere. Quasi riesco ad immaginare gli zoccoli dei cavalli che battono contro il suolo, quel “clop clop” che su pavimentazioni di questo tipo sono ben udibili, ☺️. Ora vado a scoprire subito la nuova tappa, 😉. Un caro abbraccio e buona serata anche a te, 🤗😘☺️😉.

  3. che belli questi colori… caldi… solari… e pastello… una tavolozza 🎨 infinita di semplici emozioni…
    sarebbe bello poter salire sul campanile… per poter apprezzare lo scandire dei minuti… dei secondi… delle ore… ammirare il panorama dall’alto di questo borgo… e magari toccare con un dito questo cielo… così azzurro e libero…
    molto semplice la facciata della chiesa… anche lei ha la sua storia di fede da raccontare… non è obbligatorio credere per entrare a vedere la sua arte religiosa…
    a Te… Max… 🤗😊🙃 auguro… un buon lunedì sera… 🌐🌙🌌🌷🌱 un bacio… 😘

    1. quando le chiese sono aperte di solito sbircio dentro per vedere se ci sono cose interessanti da fotografare, se non mi convincono abbastanza le osservo solo da fuori, in questo caso era chiusa. In molti borghi italiani organizzano visite guidate anche sui campanili, nelle chiese importanti, in questi piccoli borghi non è possibile, è già tanto che le vedi aperte.
      Mi fa piacere come sempre che hai apprezzato, un caro abbraccio, buona serata a te…🤗😉👍😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: