Da Carpasio a Glori, 5° parte…

Ho aperto il post di oggi facendovi vedere una bella oasi relax per fermarsi a bere o mangiare qualcosa. Quando si descrivono percorsi escursionistici, è utile far vedere oltre al paesaggio anche se sono presenti dei punti dove fermarsi, delle belle panche possono venire utili per chi è stanco, e magari non vuole fare tutta una tirata come di solito faccio io. Infatti non manco mai di fotografare anche queste realtà territoriali. Il viaggio prosegue fra le visioni aperte sulla vallata e quelle sensazioni di libertà che solo la montagna sa offrirci…

Attraversiamo ora un punto molto singolare, la terra è rossa, argillosa e con presenza di ferro, il territorio appare dal sapore quasi desertico, si ha l’impressione di attraversare un territorio che la mia fantasia ha legato all’America, la bellezza di questi cambi di paesaggio è alquanto attraente per gli escursionisti….

Osservo la vastità del panorama, la poca vegetazione permette di vedere lontano, laggiù, oltre quelle vette, si nasconde la costa, col suo mare, con il traffico delle vie turistiche più battute, e con quella bellezza che ben conoscete…

Raggiungiamo un crocevia di sentieri, il nostro prosegue a destra, sulla sinistra come potete leggere si arriva a Montalto, un borgo che ho visitato un paio di anni fa, molto bello, affascinante nella sua ricchezza storica, di sicuro merita una visita….

Lo vediamo da lontano, adagiato sulla collina, con i tetti delle case colorati, la sua vita raccolta attorno al nucleo storico, con la chiesa al centro. Tutto attorno, colline, vallate, montagne, una vita plasmata sulla bella realtà di questo angolo di Liguria…

Più avanti, lungo il nostro sentiero, ecco un albero storico davvero bello, la sua nodosità, la sua imponenza alla base, segnano la resilienza dei suoi anni. Nonostante i fulmini, le intemperie, ne abbiano troncato il suo sviluppo, lui è ancora lì, testimone di un passato che ancora vuole raccontare la sua bellezza..

I panorami lungo questo sentiero sono tutti maestosi, mi fermo un attimo per ammirarne un altro, ecco la vastità delle vallate, le montagne brulle battute dai venti impetuosi, i fitti boschi delle zone basse. Un anfiteatro di meraviglia con cui colmarsi gli occhi prima di proseguire il cammino…

Nella puntata di domani dopo aver visto altre sorprese lungo il sentiero cominceremo a vedere il borgo, che sarà la meta del nostro viaggio. Vi aspetto come sempre, non mancate…😊👍😉

7 pensieri riguardo “Da Carpasio a Glori, 5° parte…

  1. quell’albero così vissuto e nodoso è qualcosa di emblematico..la natura che resiste ! I paesaggi si aprono in un ampio sguardo e fanno sognare quell’oltre meraviglioso. I sentieri invogliano a percorrerli, come sempre in montagna..ma sono altrettanto importanti le panchine!!! ci si ferma, si guarda e si pensa a tante cose… Buone cose Max e grazie per queste tue passeggiate! buona serata

    1. grazie come sempre per le belle letture che offri ai miei post, la bellezza della montagna è così vasta che anche condividerla offre ricordi e sensazioni sempre nuove. Mi fa piacere che queste emozioni arrivino a voi lettori, con la stessa meraviglia con la quale le ho apprezzate al momento dell’escursione. 😊 Un caro abbraccio, buona serata…🤗😉👍

    1. proprio così, nel silenzio e nel verde per apprezzare le meraviglie del paesaggio, grazie del commento, buona serata, da stasera comincerete a vedere il nuovo borgo…🤗😉👍😊

  2. io… quando vado a fare le escursioni in montagna… ogni tanto faccio tappa… per sorseggiare un po’ d’acqua…non riesco a fare la tirata… forse mi manca l’allenamento…
    bellissime le foto con il panorama delle montagne… profumo di infinita libertà… quando si è sulla cima…
    sembra di toccare il cielo con un dito…
    si respira aria pulita… si ricarica l’anima di fronte a questa silenziosa meraviglia…
    l’albero con i suoi nodi… è molto toccante… continua a resistere al dolore… alle intemperie…finché sente di avere della linfa vitale… continua a cercare l’amore di madre natura…
    buona serata a te caro Max… 🤗🙃🌙🌌 un bacio… 😘😊🌷

    1. nelle escursioni molto lunghe mi fermo anch’io ogni tanto, soprattutto nelle lunghe salite, un tempo facevo tutta una tirata anche in quei casi, ora per via degli anni che aumentano, qualche sosta nelle lunghe distanze la faccio anch’io, ma di solito mi fermo giusto un paio di minuti. E’ bello osservare le varie forme della natura, e mi fa piacere leggere che anche tu apprezzi queste meraviglie. Le persone sensibili in questo sanno essere ancora più coinvolte emotivamente. 😉👍
      Un caro abbraccio, buona serata..🤗😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: