La Certosa di Calci, 4° parte…

Ammirare l’arte è come entrare fra i versi di una poesia, ogni parola ti trasporta emozioni, così come qua ogni singolo particolare ti ricorda qualcosa, o ti porta a creare altre cose. C’è sempre da imparare osservando i capolavori di chi ci ha preceduto…

Ogni monaco all’interno di questa vastissima Certosa aveva i suoi spazi, dove pregare, dove dormire, dove vivere la sua eterna solitudine. Immaginate di essere in quell’epoca, fuori solo il rumore di qualche carro, poi i suoni della natura, e l’infinito silenzio delle preghiere. Qua ognuno era orfano dei suoi ricordi….

Stiamo esplorando altri spazi, i piccoli appartamenti di questi monaci, con i loro altari, i loro soffitti ricchi d’arte, e quel mistico coinvolgimento dove emozioni e sensazioni ruotano attorno alla storia che qua è passata per secoli e secoli, lasciando tracce di meraviglia e polvere d’infinito…….

Siamo entrati in un’altra piccola stanza, ecco un altro altare dove pregare, altri spazi dove il tempo era avvolto di significati, ma dove le stesse ore erano racchiuse nei verbi di luci che entravano da quelle finestre. Ora in tempo di covid vanno aperte spesso per cambiare l’aria, la nostra guida ne apre una appena siamo tutti nella stanza. Oggi la vita è anche questa….

Un’altra porta si apre verso uno spazio molto particolare, qua si riunivano per pregare, ma anche per organizzare la vita, il superiore parlava agli altri che erano seduti sulle panche che si vedono spuntare. Questa prima visione d’insieme serve ad introdurci nel nuovo percorso….

Una cosa di cui ancora non vi ho parlato sono i pavimenti, come avrete notato nell’immagine che avete appena osservato, appaiono tridimensionali. La costruzione particolare di questi pavimenti era stata proprio creata per donare un effetto strepitoso a chi lo osservava. Lo stesso pavimento sembrava quasi uscire dal suo spazio per creare forme diverse, a seconda di come lo si osservava. Torniamo all’arte, con questa bella rappresentazione di fede, una vera illuminazione, dove alle preghiere recitate di fronte ad essa, si univa quel dono di luce che riusciva ad oltrepassare l’anima di chi entrava in sintonia con l’opera…

Domani come sempre proseguiremo questo bel viaggio nell’arte e nella storia, fra sensazioni d’altri tempi, e quella bellezza che da ogni angolo sembra abbracciare i nostri sguardi. Grazie mille delle vostre letture e dei vostri sentiti commenti…👍😉😊

9 pensieri riguardo “La Certosa di Calci, 4° parte…

  1. stupenda la copertina con quelle immagini prospettiche molto ampie e stupenda la prima vista d’insieme con tutte le pareti affrescate e quella luce azzurrognola che viene dall’esterno..sno rare le Chiese così totalmente affrescate! bellissimo lavoro Max..buona serata e grazie per tutte le informazioni date…

    1. grazie a te per le belle letture che offri al mio blog, nei fine settimana siete di meno a leggere, per fortuna i fedelissimi ci sono sempre 😊 Per me come sempre è un piacere accompagnarvi lungo la Penisola con i miei viaggi, e le mille sensazioni legate ad essi.
      Un caro abbraccio, buona serata…🤗😊😉

  2. E’ bellissimo perdersi nell’ammirare tutti questi affreschi ed opere d’arte che sono capolavori che restano nella storia. Mi ricordo l’effetto ottico del pavimento. Sempre una meraviglia seguire i tuoi percorsi! Grazie 🥰😊👏👏👏👏🎇🤗

    1. grazie mille del tuo commento, il pavimento lo si ricorda proprio perché molto particolare rispetto a molti altri. Mi fa piacere farti rivivere le belle emozioni di questa visita nella storia e nella bellezza dell’arte…😉👍😊
      Un caro abbraccio, buona serata…🤗

    1. proprio così, per me è stata una scoperta sensazionale, pensa che non ne avevo mai sentito parlare fino ad una settimana fa, poi grazie al blog che ho citato in apertura sono corso a visitarla, ed eccola esposta per voi, passo dopo passo. Le foto sono di sabato scorso…😊 Un caro abbraccio, buona serata…🤗😉

  3. Ecco un altro particolare che mi ha molto colpito sono i pavimenti che sembrano cambiare forma ogni volta che cambi l’angolaziome da dove li guardi. Solo con la macchina fotografica si riescono a vedere queste particolarità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: