La Certosa di Calci, 1° parte…

Inizia con oggi un nuovo viaggio, lasceremo per un po’ la natura per entrare nella storia, non vi tedierò con date e personaggi, ma come sempre farò un’elaborazione letteraria di questa visita alla Certosa di Calci. Volevo citare in apertura la blogger che mi ha fatto conoscere questa realtà italiana, di cui fino a un paio di settimane fa, non conoscevo l’esistenza, vi lascio il link al suo blog https://viaggiandoconbea.com/.
Ed ora possiamo cominciare, l’immagine di apertura vi mostra la bellissima facciata di questa Certosa, ma facciamo un passo indietro e cominciamo a vedere il bellissimo Viale di accesso che precede l’ingresso principale….

Ecco come appare ai visitatori la facciata esterna delle mura che circondano il vasto complesso. Prima del portone sulla sinistra c’è la biglietteria, dovete prenotare, in questo periodo si entra solo così. La visita è guidata, ma io sono riuscito abilmente a non cogliere le persone che erano con me, per cui vedrete immagini pure, tranne in qualche piccolo caso in cui il tutto è stato voluto…

La prima cosa che ci colpisce è la scritta sopra il portone d’ingresso, con le belle statue a fare da contorno. Già dalla scritta possiamo immaginare il luogo di culto in cui stiamo per entrare…..

La Certosa risale al 1300, molte opere esposte hanno subito pochi ritocchi, per cui appaiono ancora in tutto il loro antico splendore. Ormai è una realtà turistica e culturale, ma fino agli anni ’70 del secolo scorso era abitata dai monaci che qua facevano una vita di clausura, vivendo praticamente prigionieri in questa vasta e articolata struttura che andremo a vedere passo dopo passo….

Già prima di entrare una prima opera pittorica incuriosisce la nostra attenzione, e la collocazione della stessa all’interno di queste mura storiche c’invita a fare un viaggio nel tempo, un viaggio che farete assieme a me visitando questa Certosa passo dopo passo…

Una volta entrati eccoci sul vastissimo spazio che precede l’ingresso vero e proprio, quell’erba di un verde accesissimo ci fa dimenticare che siamo in inverno, le immagini infatti sono di due giorni fa, e ci catapulta con la fantasia ai caldi mesi estivi, sebbene il freddo di quella mattina poco aveva a che fare con questa stagione…

Dopo questa introduzione, da domani cominceremo ad esplorare i primi interni, spero di avervi incuriosito, e che vorrete seguire questa nuova esperienza visiva, in cui vi farò immergere completamente fra descrizioni e trame d’altri tempi…..👍😉

33 pensieri riguardo “La Certosa di Calci, 1° parte…

  1. bellissimo il viale d’ingresso che preannuncia una vasta costruzione…Adoro il pavimento di pietra irregolare, lo spigolo un po’ ricurvo del muro. Sicuramente un luogo dove regna il silenzio! Siamo tornati con i piedi per terra con questa visita Max! grazie e buona serata!

    1. bene, mi fa piacere che hai apprezzato questo inizio, sarà una narrazione diversa dal solito, ma interessante, almeno a livello artistico, grazie mille, buona serata, un caro abbraccio 🤗😉👍

    1. non avrai la sorpresa di vedere com’è , visto che l’hai già visitata, ma potrei leggerla attraverso il mio sguardo e le mie narrazioni. Grazie di cuore per seguirmi, un caro abbraccio, buona serata 🤗😉👍

    1. ti sembrerà strano ma quella di Pavia non l’ho ancora fotografata, l’avevo visitata ai tempi della scuola, poi non ci sono più tornato, magari un giorno dedico una visita anche a quella, me l’hai fatta ricordare 😊👍😉

      1. Pensa che anch’io ci sono tornato due settimane fa dopo averla visitata da bambino, con mio papà; ne valeva la pena, da un parte mi spiace aver aspettato così tanto, dall’altra è stato bello confrontare i ricordi che avevo, legati alla mia infanzia, con l’impressione che mi ha fatto ora

  2. Avevo visitato con mio marito tanti anni fa questa Certosa e ci era piaciuta molto. Ci trovavamo in un agriturismo vicino a Pisa. Era una giornata di pioggia. E’ vero regna un silenzio perfetto. Seguirò volentieri anche questo tuo reportage che come sempre offre immagini eccellenti e una bella e coinvolgente narrazione. Super bravissimo come sempre! 👏👏👏👏😊🥰🎇

    1. oh bene, mi fa molto piacere, non avrai la sorpresa di vedere com’è fatta, ma leggerla attraverso le mie immagini te la farà tornare alla mente in modo diverso. Grazie mille della tua attenzione, buona serata, un caro abbraccio 🤗😊😉

  3. che meraviglia! Grazie. Il nostro Bel Paese è veramente una fonte inesauribile di tesori e bellezze e chi lo racconta riuscendo a coinvolgere la parte emozionale… fa sempre centro 🙂

    1. ora si può visitare, su prenotazione per via delle restrizioni, ad ogni modo è una visita interessante, la scoprirai attraverso il mio blog, visto che non sei potuta entrare…😊😉👍

    1. benissimo, mi fa molto piacere, dopo l’escursione sui monti, un po’ di storia ho pensato che ci stesse per rompere un po’ le narrazioni sui tramonti e altre cose. Grazie per aver apprezzato le mie scelte, un caro abbraccio, buona serata..🤗😊😉👍

  4. Ciao Maxi, finalmente sono riuscita a ritagliarmi un po’ di tempo per leggere con attenzione la Certosa di Calci vista attraverso i tuoi scatti.
    Grazie per avermi menzionata nel blog. Già dal tuo primo resoconto mi sa che andremo a leggere qualcosa di veramente bello. Mi sa che tu, con la tua pazienza da certosino 😉 , hai colto molti particolari che a me saranno sicuramente sfuggiti. Alla prossima e bravo anche con le foto 😉

    1. grazie mille per la tua lettura, diciamo che da buon fotografo ho cercato di cogliere ogni minimo dettaglio, per cui vedrete moltissimi particolari, estendo sempre le narrazioni su molte puntate in modo da rendere più avvincente il percorso e tenere alta l’attenzione dei lettori ogni giorno dell’anno ..😉👍😊

      1. E’ vero descrivi in modo molto più approfondito ciò che vedi. Ci rendi partecipi di ogni singolo momento del tuo giro però, a mio avviso, facendo così è un resoconto che non puoi portarti dietro se devi visitare il posto da te suggerito. Sai quante persone che conosco che stampano ciò che scrivo e se lo portano dietro proprio come se fosse una mini guida!? Questo a me da molta soddisfazione. Perché alla fine dei tuoi articoli non ne fai uno riassuntivo che sarà ovviamente meno dettagliato. Può esser un’idea che ne dici!? Al prossimo. Ciaoo

      2. sì, potrebbe essere un’idea, ma il mio modo di narrare è fatto più per essere apprezzato dopo una giornata di lavoro, diciamo per rilassarsi, non avevo in mente di proporre una guida turistica vera e propria, tanto è vero che molte narrazioni, come quella sulle nuvole che precede questa sono di tipo poetico, quindi vanno lette e ammirate fini a se stesse. Poi va beh se uno vuole visitare questi borghi o questi posti può sempre andare e cercare informazioni attraverso il mio blog. Ogni articolo in ogni caso rimane per anni 😉👍 Grazie mille della tua opinione..👍😉😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: