Tramonto fra Cogoleto e Varazze, 2° parte…

Questa seconda parte del viaggio la dedichiamo ai paesaggi che s’intravedono nel tratto di passeggiata che ci porta a Varazze. Quella che vedete è la Riviera di Ponente nella magica cornice di un tramonto che stava per avere inizio….

Una nube alta e compatta stava oscurando il cielo, ma allo stesso tempo offriva prospettive inaspettate del paesaggio. La costa rocciosa sottostante era battuta anche quel giorno da una leggera mareggiata, con onde lunghe, frutto di venti lontani…

Vado sulla scogliera per cogliere uno scatto dei marosi che si alzavano lungo la riva. In lontananza le nubi che abbiamo visto ieri stavano ancora dando spettacolo, colorando una parte del paesaggio…

Pensate che questa passeggiata ha dovuto effettuare lavori di riparazione notevoli dopo la grande tempesta del 2018, vi ricordate la tempesta Vaia? Aveva praticamente divelto gran parte delle ringhiere, si erano formati solchi lungo il percorso, una parte era franata, ci sono voluti parecchi mesi prima che fosse riaperta al pubblico….

Il promontorio che vedete sullo sfondo è quello di Capo Noli, sulla destra la casa bianca che vedete spuntare, e che vedrete meglio in altre immagini, è quella che viene chiamata “villa araba” per via del suo colore bianco e per la struttura dell’ edificio stesso, che ricorda in qualche modo le costruzioni arabe…

Qua la vedete in pieno fra le luci invernali, più in là nella narrazione la vedrete col il fuoco del tramonto, vedrete che spettacolo! No ho mai visto i proprietari di questa villa, ma è da quando sono bambino che la osservo ogni volta che passo da lì. La posizione che occupa è a dir poco pazzesca, uno sperone roccioso affacciato sul mare…

Domani cominceremo a vedere i primi colori di questo tramonto che verso il finale vi farà rimanere a bocca aperta. 😉👍 Vi aspetto come sempre…😊 grazie mille per le vostre letture e per i vostri sentiti commenti…

10 pensieri riguardo “Tramonto fra Cogoleto e Varazze, 2° parte…

  1. ondate di blu del mare e del cielo con quell’occhio di luce..i colori dell’inverno hanno una magia particolare! forse li preferisco agli accesi dell’estate…mi piace il sole pallido che fatica ad uscire… Molto belle le foto, e gli scorci scelti con perizia danno ancor più fascino al paesaggio…buona serata Max e grazie

    1. d’estate il paesaggio è brutto dal punto di vista fotografico, c’è una luce intensissima, una foschia pazzesca, tutto è bianco, tranne in alcune situazioni meteo particolari, i colori della costa in estate non hanno nulla a che vedere con quelli invernali. D’estate sono belli i colori della montagna, per questo di solito scatto foto estive verso i monti e quelle invernali lungo le coste..😊😉 Grazie del commento, un caro abbraccio, buona serata..🤗😉

    1. proprio così, ci sono giornate in cui le stesse nubi creano atmosfere fantastiche che nessuna giornata completamente serena sarebbe in grado di creare. Grazie del commento 👍👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: