Pienza, 8° parte…

La luce del sole entrava in un angolo del chiostro e con i suoi riflessi donava una sensazione di calore anche agli stessi dipinti, che sembravano trarne ulteriore bellezza. Mi è sempre piaciuto osservare i quadri, entrare nelle emozioni del pittore, sentirne l’impronta, trarne meraviglia, sfumatura dopo sfumatura…

Il sole di questo periodo dell’anno comincia a mutare la sua luce, le ore si accorciano, nel tardo pomeriggio le ombre cominciano a prevalere. Ed ecco l’intimità di questi vicoli farsi viva, si ha quasi l’impressione di entrare in una di quelle case coloniche di un tempo, con i vari addobbi, con quel tempo sospeso su epoche d’altrove…

In quest’angolo del borgo l’atmosfera della terra toscana prende forma e la si vede in tutte le sue espressioni. Su un davanzale ecco spuntare un simpatico pinocchio, in onore di Collodi, altro borgo toscano di grande bellezza. E poi quelle insegne di hotel, così armoniosamente inserite nel contesto del colore del borgo, tanto da nascondersi ad una vista frettolosa….

Proseguo nel sapore delle vecchie contrade con quelle bandiere che mi riportano all’anima dello stesso territorio e della sua storia. I miei passi si fanno lenti, c’è bisogno di assaporare ogni minima sensazione in questi angoli , di sentirne la poesia, la vita stessa, fatta di piccoli attimi e tanti ricordi…

Ci sono i profumi delle vecchie mura, e quelli del cibo, che si diffondo col vento, partendo dai locali delle vie principali, e che vogliono attirare il turista. Ma io per ora non cedo ai sapori della tavola, volevo solo esplorare il borgo in ogni sua più piccola parte…..

Amo quelle luci calde
che sembrano amoreggiare
con i muri delle vecchie case.
Mutano col sipario delle ore
le vedi arrivare
poi lentamente scomparire.
Sembrano ballerine
pronte ad entrare in scena
ad ogni sguardo di vento….

Domani si prosegue, vi dico già che ci stiamo per riaffacciare sui perimetri esterni del borgo, i paesaggi mutano, e sarà Poesia! Non mancate, vi aspetto…👍😉😊

11 pensieri riguardo “Pienza, 8° parte…

  1. forse queste sono le parti più interne, più nascoste della città..non i palazzi storici ma le abitazioni. Il colore è davvero caldo e confortevole, come quello del sole verso l’autunno, quello che non abbaglia. Una città tutta da scoprire, con volti diversi. tu sempre poeta che entra ed esce dalle immagini e ne torna cambiato..buona serata e buone escursioni!

    1. grazie mille come sempre per aver apprezzato il mio post in tutte le sfumature. Di ogni borgo mi piace esplorarne gli angoli più remoti, via dopo via, non mi faccio mai mancare nulla. Un grosso abbraccio per te..🤗👍😉

    1. già, un’atmosfera che ho voluto cogliere quel giorno per trasmetterla a voi lettori, anche se esserci suscita tutta un’altra emozione, ma va beh, cerco di fare il possibile per trasmettere questi angoli di bellezza a voi che mi seguite con affetto e costanza….🤗👍😉

  2. “E poi quelle insegne di hotel, così armoniosamente inserite nel contesto”

    Ecco una cosa fondamentale !!! Alcune cittadine dovrebbero abolire i neon a cassettone e al limite tenere/approvare solo quelli soffiati di altissima qualità…e piccoli…e discreti…

    1. sì, diciamo che non tutti i gestori adottano misure più intime per le loro insegne, alcuni hotel hanno delle cartellonistiche che dominano tutto un paese. Grazie per aver condiviso la tua opinione e per aver apprezzato il post 👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: