Viaggio nella lavanda, 15° parte…

La simpatia è di casa alle porte di questa frazione dove stiamo passando, immerso nella lavanda ecco un personaggio molto particolare, impossibile non notarlo, strappa un sorriso ad ogni passante…

E guardate per attirare i turisti cosa si sono inventati, ecco il nome del borgo in una corona di lavanda, con tanto di mazzetti profumatissimi che muovono al vento, un piccolo angolo di Provenza nella nostra Italia…

Qui la lavanda col suo inconfondibile profumo si mischia ad altri fiori, lo spettacolo è unico, ecco delle belle rose che sembrano voler abbracciare la stessa lavanda, una composizione floreale romantica e dolcissima allo stesso tempo….

Il lungo cammino prosegue, qua i miei ricordi mi riportano alla mia prima infanzia quando d’estate andavo in vacanza con i genitori a Murazzano, un borgo piemontese non molto distante da dove ci troviamo. Fuori dal paese c’erano strade che costeggiavano prati, ricordo che andavo in bicicletta girando per quei borghi e quelle strade di campagna…

Quelle strade profumate di lavanda e immerse nello scenario dell’estate mi riportarono a quegli anni. La colonna sonora di quell’estate era la musica di Ennio Morricone, giusto un paio di anni fa ho voluto ripercorrere quelle strade ascoltando quei brani, mi ero commosso….

Magari un giorno parlerò anche di quel borgo, intanto eccoci in un altro punto molto emozionante, qua si cammina pressoché in piano, ai lati distese di lavanda colorano il paesaggio e regalano un vero abbraccio di essenze…

Nel prossimo scatto gli amanti dei colori troveranno quello che amano, ecco infatti tutte le sfumature del verde fra campi, alberi e montagne, e in primo piano l’inconfondibile colore della lavanda che per qualche settimana all’anno regala spettacolo a chi passa di lì…

Domani si prosegue, fra le bellezza del paesaggio, e qualche frammento narrativo che inserirò qua e la, e magari anche una poesia. Ci sarete? Vi aspetto! 😉👍😊

22 pensieri riguardo “Viaggio nella lavanda, 15° parte…

  1. Ma è davvero carinissimo quel pupazzetto, 🤩. Sembra quasi un folletto che spunta tra la lavanda e sorride a chi gli passa accanto. È davvero molto fantasiosa e sicuramente anche profumatissima quella corona: un modo originale e molto creativo, 👍👍👍. Anche le rose hanno un profumo davvero inebriante e unito a quello della lavanda dev’essere come trovarsi immersi in un mondo dove a farla da padrone sono i fiori. Spettacolari gli scatti dove cielo e terra sfumano in tanti colori e vanno a formare dei paesaggi davvero di una bellezza unica. Bravo Nax, 👏👏👏. I tuoi post sono sempre un tuffo nelle bellezze italiane che meritano sicuramente una visita, 😀.

    1. grazie mille come sempre per apprezzare ogni particolare dei miei post ☺ aveva colpito subito anche a me il simpatico folletto, e anche la corona di lavanda. La tua sensibilità ti porta ad apprezzare quasi le stesse cose che osservo io quando percorro sentieri come questi. Mi fa molto piacere leggere commenti così 🤗😉👍

      1. Ormai i tuoi post sono l’appuntamento della sera è mi da sempre molto piacere commentare e farti sapere il mio pare su quello che descrivi nelle varie tappe dei tuoi viaggi. 🙂

    1. è un vero piacere ogni sera per me far conoscere dei frammenti del nostro bellissimo territorio, i viaggi e il relax non devono mai mancare e nel mio blog saranno sempre i protagonisti assoluti…👍😉☺

  2. qui anche il paesaggio è fantastico, tra collina e pianura ; sembrano luoghi molto silenziosi e tranquilli… che sia il profumo di lavanda che inebria chi passa da quelle parti? l colore della lavanda sui prati appare sfumato e non acceso, proprio come un dipinto impressionista! Bravo Max che ci regali visioni splendide!

    1. visioni che ho avuto il piacere di assaporare dal vivo durante quell’escursione, e che ora condivo con voi con immenso piacere. I luoghi sono molto silenziosi, quel giorno poi le strade adiacenti ai campi erano chiuse al traffico, quindi si passeggiava solo a piedi, un relax d’altri tempi. Riguardo i colori, i vari campi avevano gradazioni di colore differenti, alcuni erano molto accesi, altri erano più sfumati, questo per via delle varie tipologie di lavanda 😉👍

    1. il profumo era al top, ovunque, tranne nelle zone boschive, quando il sentiero passa molto lontano dai prati di lavanda, lì in compenso c’erano altri profumi interessanti..😉😊
      Grazie del commento 🤗

  3. Ciao Max
    che meraviglia di colori e immagino anche il profumo intenso della lavanda. Scusa l’assenza, tra il pc che funziona male il cell che non mi fa postare più, purtroppo diventa faticoso, poi si sono messi i dolori dell’artrosi che mi ha bloccato il braccio destro e la spalla. Attendo di fare ecografia ma sai come vanno queste cose….per le lunghe. Mi faccio aiutare da mio figlio per scrivere.
    Comunque molto bello questo tuo viaggio tra la “Provenza” del nostro Piemonte, soprattutto impreziosito dalle tue liriche.
    Un abbraccio 😍
    Chiara

    1. mi spiace per la tua artrosi, speriamo che ti passi, e che non ci sia nulla di grave. Grazie mille del commento, e per aver apprezzato sia le immagini che le parole dei miei post. Un caro abbraccio…🤗😉

    1. il profumo in questa lunga narrazione non manca mai, ricordati di portare il profumo alle narici prima di leggere ogni post, il coinvolgimento così sarà totale 🤗😉😊👍
      Buona serata, un caro abbraccio 🤗

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: