Viaggio nella lavanda, 8° parte…

M’immergerò nella tua bellezza
quando i campi di grano
danzeranno alla brezza dell’estate.
Amerò i tuoi colori
nel vergine abbaglio
di una bellezza che muta
come un sorriso di gioia.
Sfoglierò i tuoi petali
scrivendo apostrofi d’incanto
fra crepuscoli di saggezza…

Ecco il classico albero che tutti si fermano ad abbracciare, la sua circonferenza è davvero imponente, i suoi rami sono così fitti da creare un’ombra incredibile. Un raggio di sole filtrava fra le chiome, con le braccia protese al cielo ero lì a respirare purezza fra quella natura incredibilmente bella e maestosa…

La maggior parte degli alberi, soprattutto quelli più strani, hanno un cartello che ne descrive le caratteristiche e la provenienza. La cosa bella è anche notare le mille differenze di foglie, rami, radici, un universo verde che si attraversa con questo bel sentiero…

Più avanti la vegetazione muta ancora, dagli alberi a grosso fusto si passa a quelli di piccola taglia, il verde è dominante su tutto il paesaggio, nelle sue infinite sfumature. Camminare nel verde almeno un paio d’ore alla settimana dicono che sia veramente rigenerante, ed io non me lo faccio mai mancare, ogni wek end la mia passeggiata nei boschi non manca mai, che siano parchi o montagne….

Più avanti il sentiero si apre a paesaggi più ampi, si esce dal fitto del bosco e si cominciano ad osservare nuove specie floreali. Anche i profumi mutano, qua si percepisce molto bene quello delle ginestre, in questo tratto di sentiero le si attraversa…

La mia passione per i profumi è risaputa, sembro un insetto quando mi avvicino ai vari fiori per coglierne l’essenza. La ginestra è un altro di quei profumi che mi entrano nell’anima, ogni volta che lo sento respiro l’estate, la voglia di camminare nel verde, d’immergermi nella natura più pura…

Avvolto nel profumo delle ginestre ammiro il paesaggio, siamo saliti in alto rispetto a prima, sotto di noi spuntano i campanili dei vari borghi, davanti invece lo spettacolo delle montagne m’illumina il cuore….

Domani vi aspettano altre emozioni, il paesaggio cambia, si raggiungono nuove prospettive, la scoperta del territorio continua, e voi siete sempre con me…😉😊

22 pensieri riguardo “Viaggio nella lavanda, 8° parte…

    1. eh eh eh 😁 in questo lunghissimo viaggio a piedi per un lungo tratto non la si vede più, ma presto tornerete ad ammirarla, già col post di stasera un nuovo anticipo di ciò che il sentiero ci regalerà in seguito…😊😉👍

  1. Si comincia con una poesia e si prosegue in una natura appagante per la sua bellezza… Ti dirò che le ginestre suppliscono bene alla momentanea assenza della lavanda… Il fascino di quegli alberi è davvero avvolgente.. Buona serata Maxi!

    1. in questo lunghissimo percorso a piedi si attraversano ambienti dei più disparati, tornerete a vedere la lavanda presto, intanto la bellezza continua e le tue meravigliose parole confermano la voglia di scoprire la natura in tutte le sue sfumature. Grazie come sempre per i tuoi commenti.. 😊🤗

  2. Davvero un ottimo inizio con una bellissima poesia ad aprire il post, 👍👍👍. Abbracciare gli alberi fa sentire tutta l’energia che queste magnifiche creature (personalmente penso che anche gli alberi possano essere definiti così perché anch’essi, anche se non si muovono ma restano ancorati al terreno, sono qualcosa di vivo, proprio come noi persone o gli animali, 🙂) riescono a sprigionare. Energia allo stato puro che viene trasmessa alle persone che li abbracciano e che ti fanno sentire parte di un bellissimo mondo chiamato Natura. Magnifiche quelle ginestre: esplodono con quel giallo intenso e che si va a mischiare con il verde dell’erba e, come sfondo a tanta bellezza, l’azzurro del cielo che fa da cornice ad un paesaggio che è una vera e propria gioia per gli occhi di chi lo ammira. 🙂

    1. è sempre incantevole leggere le emozioni che riesco a trasmettere attraverso la ricchezza dei tuoi commenti. Sono davvero felice di avere un pubblico così, attento e gioioso di scoprire e ammirare la natura, in tutte le sue espressioni. Riguardo agli alberi, sono vivi in tutti i sensi, pensa che le piante comunicano fra di loro attraverso le radici, se una pianta sente un pericolo lo trasmette anche alle altre, una sorta di rete internet che viaggia sottoterra, attraverso appunto le radici… 👍😉

      1. Emozioni che scaturiscono da questi meravigliosi viaggi di parole e immagini, 🙂. Sarebbe bello se, un giorno, si potesse tradurre in parole quelli che gli alberi comunicano tra di loro.

  3. Di sicuro vivi in un’altra Italia, tu: la meglio Italia, quella dei borghi, delle montagne, dei paesaggi stupendi, della poesia che scaturisce perfino da sotto i sassi…

    1. la bellezza della vita, quella che non si coglie al primo istante, ma che vi aiuto a vedere oltre le parole, oltre le immagini, fra quelle emozioni che scrivono pagine di un’Italia che è solo da amare! 😉
      Grazie del commento 😊

  4. E vabbè… occhi a cuoricino 😀 appartengo alla categoria di persone che abbraccia gli alberi; giro l’Europa solo per fare sta cosa ahahah fai te. Meraviglia, veramente. Complimenti per la poesia, le parole sembrano quasi scorrere sul velluto del fiore che hai messo subito sotto. Grande, Max! un abbraccio

    1. ma grazie a te per queste belle e solari sensazioni che mi trasmetti ogni volta. Noi amanti della natura siamo speciali in tutto, abbiamo un cuore più grande, nel senso di bontà d’animo e di pensiero. Visto che ami la poesia ne inserisco una anche stasera 🤗😉😊👍

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: