Ai piedi del Monte Rosa, 7° parte…

Dopo la dura salita ecco un piccolo pianoro che preannuncia lo spettacolo che vedrete a breve. In questo punto si sentivano dei cupi rombi, sembravano tuoni, seguiti da un crepitio di pietre. Era il ghiacciaio che si stava spaccando per il caldo delle ore centrali del giorno sulle pareti di fronte a noi…

Un tempo tutta quella distesa di pietre che in quel giorno rotolavano con rumori sinistri, era un immenso ghiacciaio. Proprio oggi, 5 giugno, è la giornata dedicata all’ambiente. Riflettere su quanto l’uomo abbia modificato il clima della Terra, e su tutte le conseguenze che ci saranno se non s’interverrà per tempo, è una delle priorità assolute..

Il silenzio totale di questo punto fa percepire nitidamente ogni minimo rumore, pensate che si sentiva anche il rombo di un aereo che passava sopra alle nostre teste, a quote altissime. Nelle città si vedono solo le scie, qua si sentono anche i motori, altra fonte d’inquinamento per il nostro martoriato Pianeta…

Dopo tanta fatica il cartello indica che siamo finalmente arrivati al magico e bellissimo Lago delle Locce, il suo colore straordinario lo rende una vera perla incastonata nel cuore delle montagne….

E’ un laghetto di origine glaciale, come si evince dal contesto geologico nel quale si trova. Le sue dimensioni variano di anno in anno. A seconda dell’innevamento della stagione fredda e della temperatura primaverile possiamo trovarlo molto esteso, oppure una piccola chiazza, gelata fino alla tarda primavera….

Qua le immagini si sprecano, lo scenario è da sogno, non avrebbe neppure bisogno di parole. Ma io le aggiungo per rendere emotiva questa narrazione, per cogliere quelle sensazioni che provai in quegli attimi d’estate….

Per il mio pranzo al sacco non potevo trovare una collocazione migliore, l’aria fresca dell’alta quota mi faceva davvero piacere, con tutto il caldo preso a salire ci voleva proprio questa fresca pausa. Erano molti gli escursionisti fermi sulle sue sponde quel giorno, il loro vociare si confondeva con i sordi rombi del ghiacciaio e col rotolamento delle grosse pietre sulle pareti di fronte a noi….

Domani vi aspettano altre emozionanti immagini di questo lago, vedremo anche il ghiacciaio da vicino attraverso i miei obiettivi, insomma anche domani farete una piacevole pausa rilassante sulle pagine del mio blog. 😉😊 Buona domenica a tutti..

Pubblicità

17 pensieri riguardo “Ai piedi del Monte Rosa, 7° parte…

    1. grazie mille per i tuoi sentiti complimenti, la tua riflessione calza proprio a pennello con questo post, è proprio così, l’uomo sa solo coltivare i propri interessi e quasi sempre mette a rischio la natura con le sue scelte scriteriate.
      Buona serata, un caro abbraccio 🤗

    1. proprio così, la vita di questi ghiacciai ci parla attraverso i rumori del suo mutare nel tempo. Grazie per l’apprezzamento, buona serata, un caro abbraccio 🤗

  1. Sono d’accordissimo con te Max: al nostro povero pianeta ne stiamo facendo passare davvero tante e se non s’interverrà il prima possibile le future generazioni si ritroveranno a che fare con un mondo ancora più in crisi e non oso immaginare le conseguenze, 😱. Il laghetto è davvero uno spettacolo ed è ancora più suggestivo perché le sue acque riflettono il riflesso delle montagne… semplicemente WOW, 🤩! Buona domenica anche a te, 😘.

    1. grazie mille per apprezzare al meglio le mie immagini, sono proprio contento 😊 Riguardo la tua riflessione concordo appieno, non oso immaginare le future generazioni che mondo si troveranno di fronte! 🙄

    1. la spettacolarità del Pianeta è messa a rischio ogni giorno dai nostri comportamenti, dal nostro modo di vivere, purtroppo!
      Grazie per aver apprezzato…

    1. abitando da quelle parti non avevo dubbi sul fatto che l’avevi fatto anche tu. Ad ogni modo anche rivederlo è sempre un piacere, a me capita quando vedo i posti vicini alle mie parti scattati da altre persone, talvolta me li fanno apparire ancora più belli, proprio perchè riescono a vederli con gli occhi del turista..😊😉

      1. Verissimo. Così come è bello tornare più volte nei posti più belli (almeno quando sono vicini) per vederli in momenti e condizioni diverse. Ogni volta una scoperta nuova

  2. Eh sì, stanno venendo a valle, queste nostre meravigliose montagne. Certo non possiamo avere la matematica certezza che sia la nostra opera a mutare il clima. Però un minimo di prudenza non guasterebbe, quantomeno ci avremmo provato a fare qualcosa di veramente immenso e straordinario: unire l’umanità per salvare il pianeta per come lo conosciamo. Anche perchè non è sicuro che, se non agiamo, possa piacerci ciò che ci aspetta.

    1. sul fatto che il clima stia cambiando non ci sono dubbi, di sicuro la società moderna con tutte le sue fonti inquinanti ci mette del suo, solo la Cina produce tanto inquinamento quanto l’Europa e gli Stati Uniti messi assieme, della serie meglio non aggiungere altro.
      Non oso immaginare come sarà il nostro Pianeta fra un secolo andando avanti di questo passo…

  3. apprezzo davvero tanto quando spendi parole per il nostro pianeta, Max! credo che sia “lo spot” migliore quello che fai, con i tuoi viaggi.. le emozioni in foto a cui aggiungi sempre parole molto delicate e accorte. Bravissimo!
    ovviamente gita top!!

    1. grazie mille per apprezzare, lo faccio volentieri e amo far riflettere le persone su questo, in troppi ancora non hanno ben compreso la gravità della situazione che stiamo vivendo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: