Castelvecchio di Rocca Barbena, 5° parte…

Dopo aver esplorato stradine laterali, ritorniamo nel cuore del borgo per ammirarne la sua parte più bella. Siamo di nuovo nella piazza di entrata del borgo, notate la fontana di cui parlavo all’inizio, qua la vedete meglio, una foto d’epoca ci fa vedere com’era il borgo, ed ora entriamo per esplorarlo…

La sontuosa bellezza di questo borgo di pietra mi accoglie, fra luci in divenire, e quel sapore d’altri tempi che mi rendeva un viaggiatore che passeggia nella storia. Qualsiasi ambientazione di film storici qua potrebbe andare benissimo…

Sotto l’arco di ingresso del borgo do un’ultima occhiata alla piazza di entrata, di questo scorcio visivo mi aveva colpito la pianta rampicante che sembra abbracciare la casa con ai piedi l’osteria di cui vi parlavo, e poi quel selciato che sembra debba attendere l’ingresso di una diligenza…

Ma è procedendo al suo interno che sono rimasto davvero senza parole. Quella luce era davvero magica, senza volerlo avevo colto il momento migliore per fotografare quel vicolo. Mille sensazioni mi avvolgevano mentre catturavo immagini da conservare per sempre nel mio immenso archivio..

Sopra alla porta d’ingresso del borgo altre scalette in pietra conducono verso pagine di storia lasciate aperte sul libro delle emozioni. Tutto è muto, immobile e incantevole allo stesso tempo. Solo il cinguettare degli uccellini accompagna il mio lento cammino…

Piccoli passaggi sotto archi di pietra e case dal sapore medioevale conducono verso altri spazi che esploreremo più in là. Qua sotto fra l’altro c’era un piccolo e curioso presepe lasciato appositamente lì per essere ammirato. E’ posizionato su quell’apertura che sembra un camino, lo vedrete meglio più avanti…

Avrete ormai capito che questo borgo vi regalerà sorprese incredibili, quindi non vi resta che continuare a seguirmi, vi aspetto come sempre domani. Grazie dei commenti..😉

15 pensieri riguardo “Castelvecchio di Rocca Barbena, 5° parte…

    1. merito di questo borgo che come anticipavo saprà regalarvi emozioni davvero uniche! Grazie per l’apprezzamento, un caro abbraccio, buona serata..🤗😉

  1. Non ci posso far niente: per me questo è Bruma il villaggio sui monti di una campagna di gioco di ruolo di parecchi anni fa. Ed è bellissimo vederla in “carne e ossa”, pur di pietra! 🙂

    1. mi fa piacere risvegliare in te queste sensazioni fantasy, ognuno può vedere ciò che vuole all’interno di queste immagini, quindi sono ben felice che tu possa fare un viaggio nel viaggio, come dico sempre io..😉

    1. grazie mille, mi fa molto piacere che hai apprezzato, è un borgo che offre infiniti spunti fotografici, ne vedrai moltissimi nel corso di questa narrazione…😉

  2. no vabbè.. le parole si sprecano per la bellezza del posto.. si rischia di essere banali. mi piace troppo il tocco di grazia della narrazione tipo “cinguettio degli uccellini”, rende ancora più viva la narrazione e sembra quasi di camminare nel borgo. buona serata, Max!

    1. rendere vive le narrazioni è lo scopo del mio blog, ormai questi potreste definirli viaggi virtuali, vanno molto di moda di questi tempi. 😊😉 cerco sempre di unire le parole alle immagini per creare visioni…😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: