Cervo, 9° parte…

“…Quando cammino in un borgo, in un qualsiasi posto della nostra meravigliosa penisola, mi piace anche osservare le varie case. Spesso m’immagino a vivere in una di quelle, e penso alle sensazioni che proverei di volta in volta. Mi sembra di sentire il suono delle campane, il vociare della gente fra i vicoli, il trambusto dei turisti, e la tranquillità dell’inverno…

Si viaggia sempre, con la fantasia, col corpo, con la mente, con le parole immaginate e quelle mai dette. Siamo viaggiatori su treni d’idee, spesso saltiamo qualche stazione, ma ci fermiamo sempre in quelle dove il nostro cuore batte più forte, e dove la bellezza ci regala lacrime di commozione….

Alcuni vicoli hanno delle luci davvero belle, il sole di mezzogiorno penetra in quelle profondità dove di solito è sempre buio, le case attaccate le une alle altre si fanno ombra a vicenda, immagino come fra quelle mura spesse e spesso ombrose, anche il caldo estivo si debba sentire meno…

Scendo fra pagine di storia, il caldo torna a farsi sentire, mi lascio alle spalle la parte più interna del borgo e mi preparo a viverne un’altra, dietro a me la bellezza del mare si apre su paesaggi infiniti che profumano d’estate…

Davanti a me una pagina d’estate si apriva come un libro sfogliato dal vento, i turisti tornavano ad accalcare le vie dopo la pausa piovosa della mattina. Le loro voci si confondevano col lontano mormorare del mare e col traffico della sottostante strada….

Accanto ad un muretto ecco un altro bellissimo fiore, le gocce di pioggia erano lacrime di bellezza sul velluto dei suoi petali. Mentre ero intento a fotografarlo, ecco una musica che mi colpisce all’istante, è il suono perfetto di un pianoforte, proveniva da un vicolo vicino, e c’erano anche altri strumenti…

Corro immediatamente a vedere da dove provenisse, usciva da una piccola chiesa che ancora non avevo esplorato, apro l’uscio e mi trovo davanti ad un piccolo concerto….domani lo scoprirete…” 😉

16 pensieri riguardo “Cervo, 9° parte…

  1. quel sole tra i vicoli color ocra rende proprio l’idea dell’estate, delle vacanze e dei profumi. Poi le tue parole e il respiro immenso con la vista sul mare..esiste ancora la bellezza esiste ancora una vita migliore di quella che abbiamo…grazie per la bella speranza Maxi!! buona serata

    1. la speranza e la voglia di vivere sono sempre qua, accanto a noi, dobbiamo solo accompagnarle per mani fra i sentieri delle nostre emozioni…😉
      Buona serata, un caro abbraccio…

    1. ci vuole in una narrazione a puntate, se no la gente se ne va, creo appositamente questa continuità dei post studiando le immagini ancora prima di postarle. Foto e narrazioni nascono insieme…😉

  2. “Siamo viaggiatori su treni d’idee, spesso saltiamo qualche stazione, ma ci fermiamo sempre in quelle dove il nostro cuore batte più forte” ecco qui mi sono fermata io, cullata dalle tue parole!

    1. sono davvero felice che apprezzi, come vedi sto puntando ad unire narrativa a fotografia per questi miei viaggi, che renderò sempre più interessanti, giorno dopo giorno…😉 Un caro abbraccio, buona serata.🤗😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: