Un giorno di neve a Voltri, 8° parte…

Notate anche i lampioni abbastanza singolari, che contribuiscono a creare unicità a questa passeggiata. Alcuni sono stati piegati dal vento in tempesta degli ultimi mesi, c’era stata anche una tromba d’aria in quel punto in autunno, era stato spezzato uno di quegli alberi alle spalle delle panchine…

La tempesta di vento unita alla mareggiata assumeva connotati da mare nordico, sembrava di essere sulle coste della Norvegia in quel giorno, una situazione certo non consona al clima solitamente mite della Liguria. Ma quest’anno l’inverno è durissimo anche da queste parti….

Lungo la passeggiata c’è anche un piccolo bar affacciato sul mare, nella bella stagione la gente della spiaggia viene qua a comprarsi un gelato o a bere qualcosa. Quel giorno era chiuso, nei giorni successivi la tempesta l’ha danneggiato, quei tavolini e quelle sedie sono stati scaraventati sulla passeggiata alle spalle del bar. Nel 2018 durante la famosa tempesta fu distrutto, persino il muro di cinta davanti si spaccò in due parti e s’inclinò su un lato….

Questo è il punto della passeggiata che è stato rotto, lo vedrete con l’ultima immagine scattata nei giorni successivi. Qua ci sono delle scalette che scendono in spiaggia, è una spiaggia libera, io d’estate di solito vengo sempre qua, quando non voglio andare in Riviera, giusto per la comodità di essere a 20 minuti a piedi da casa…😉

Questa foto è stata presa pochi istanti prima che il mare raggiungesse la passeggiata, notate l’ondata immensa che s’infrange, in un frastuono assordante, dovuto alle pietre trascinate sull’arenile che sfregando fra loro creano un rumore molto intenso…

Torniamo a vedere la neve sulle barche e sulle canoe, lo sfondo che vedete è il porto di Voltri, un grande sito di stoccaggio di container, qua ogni giorno arrivano decine di portacontainer, il movimento delle merci è incessante. Quando ero bambino tutto questo non c’era, al posto del porto c’era un terrapieno e una lunga spiaggia…

E’ sempre bello vedere la neve in riva al mare, quel giorno ne era caduta poca, ma comunque le sensazioni dell’inverno ho cercato di trasmettervele lo stesso. Spesso piccoli particolari contribuiscono a rendere diverso anche un paesaggio spesso banale. Domani vedrete le ultime immagini di questa giornata a Voltri….

In realtà d’immagini ce ne sarebbero state di più, ma alcune non le ho postate, perché ci sono in arrivo tante di quelle narrazioni che non avete idea!!! 😉 Domani intanto visto che saremo in zona gialla ne approfitto per andare a cogliere altre immagini per future narrazioni, il materiale qua non deve mai mancare… 😉 Vi aspetto come sempre per l’ultima parte di questa giornata di tempesta…

15 pensieri riguardo “Un giorno di neve a Voltri, 8° parte…

  1. ed eccolo qui.. il momento preciso della narrazione in cui entri in casa mia con le tue immagini e le tue parole sussurrate. E’ onda e mare in tempesta, ora, intorno a me.. qualcosa di ipnotico e inquietante allo stesso tempo..
    Attimi di emozione pura.

    1. emozioni che non mancano e non mancheranno mai nelle mie narrazioni, siano esse riferite alla natura più pura, o all’arte come avrete modo di vedere in seguito. Durante questo 2021 vedrai praticamente ogni tipo di paesaggio, e sono già contento per le emozioni che mi comunicherai qua di volta in volta… 😉
      Un caro abbraccio, buona serata… 😉

    1. eh sì, almeno qua in Liguria ci possiamo muovere, poi avremo di nuovo un fine settimana da stare entro Genova. Dalla prossima riprenderò a lavorare, quindi avrò solo i wek end per spostarmi, e bisognerà vedere di che colore ci faranno! 😉 Secondo me tireranno fuori anche il nero! 😉

    1. hai visto che tempesta!! E pensa che il giorno dopo è stata anche peggio, tanto che il mare è arrivato a spaccare una parte della passeggiata che state vedendo…

    1. in questi ultimi anni di giornate tempestose ne abbiamo avute parecchie, ciò che un tempo accadeva ogni 10 anni ora capita ogni anno. La frequenza dei fenomeni estremi va aumentando anno dopo anno a seguito del cambiamento del clima, con tutte le conseguenze del caso, vedi danni ingenti e catastrofi naturali…

  2. eh qui il grigio ha quasi il sopravvento se non fosse per quel ceruleo blu o un tenue chiarore che appaiono ogni tanto.
    Davvero incredibile quel mare! e non ho mai capito quelle poche case costruire a riva col rischio delle mareggiate..
    meravigliose, per me,la prima e la quarta foto…un po’ surreali… buona serata Maxi!

    1. le case sul mare sono ambitissime d’estate, nella bella stagione sono tutti a chiedere se quelle determinate case sono in vendita, poi quando arrivano queste tempeste se ne dimenticano. La gente non tiene conto delle ondate di maltempo e pensano che determinate situazioni non capitino quasi mai, mentre invece in questi ultimi anni sono molto frequenti…
      Grazie per aver gradito le mie immagini, buona serata.. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: