Il Lago del Miserin, 1° parte…

Ci stiamo avvicinando alla meraviglia assoluta del lago con tanto di sorpresa finale. Ricordo la prima volta che arrivai su questo lago lo stupore assoluto che provai una volta superata questa collinetta. E immagino sempre cosa proveranno tutti coloro che per la prima volta raggiungeranno questo lago…

Una chiesetta altissima e molto strana nella sua forma, davvero insolita se pensiamo di trovarla a quella quota, a 2582 mt di altezza. Un colpo d’occhio che come dicevo sopra lascia senza fiato….

Uno stupore che si rinnova ogni volta che ritorno a fare questa escursione. Ci sono posti così belli che se anche li hai già visti, ogni volta che li rivedi è come se fosse la prima volta, questa direi che è la chiave di lettura giusta per imparare ad amare la vita in tutte le sue sfumature….

Voi direte che c’entra la vita? Ebbene non si discosta molto da ciò che impariamo ad osservare. Se amate una donna e ogni giorno la osservate come fosse la prima volta scoprirete in lei una bellezza sempre nuova. Se imparate ad emozionarvi per ogni cosa che vedete o sentite, le piccole gioie del quotidiano si trasferiranno in voi..

Le sorprese di questo lago non finiscono qua, nascosto dall’imponenza della chiesetta si trova un Rifugio, dove si mangia benissimo, e dove ho fatto la mia pausa pranzo, lo vedete in questo prossimo scatto, nella stupenda coreografia delle montagne…

Anche nei dintorni si trovano particolari spettacolari come questa casetta davvero unica, posta nei pressi del Rifugio. Purtroppo la presenza umana, sempre troppo invadente per quel che riguarda gli spazi fotografici, talvolta rovina un’immagine, ma per rendere viva una narrazione di viaggio bisogna pur considerarla, sebbene io vorrei sempre trovare località senza anima viva, giusto per rendere al meglio le mie fotografie…

Siete curiosi di vedere com’è la chiesetta dentro? Mi pare di sentire dei siiii, ebbene domani sarete accontentati, nel prossimo post vi farò vedere i curiosi interni, poi proseguiremo col Rifugio e altri punti di vista. 😉
Io intanto domani sarò in viaggio, visiterò le Langhe per nuovi scatti fotografici, le anteprime di questo wek end le vedrete al termine della narrazione attuale, buon fine settimana a tutti, trascorretelo al meglio… 😉 A domani….

10 pensieri riguardo “Il Lago del Miserin, 1° parte…

  1. La Val d’Aosta è carattarizzata da un paesaggio roccioso,più scarno di boschi e così le sue costruzioni a quell’altezza sono di pietra , rispetto al Trentino dove le troviamo di legno. Ma hanno un loro fascino e storia , bellissimo paesaggio 🤗😘

    1. ogni Regione ha le sue bellezze che trasmette in tutte le sue infinite sfumature, il bello della nostra Italia è proprio questo, mille volti, mille sensazioni diverse… 😉
      Grazie del commento, buona settimana 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: