Valle Maira, verso il Lago di Apsoi, 5° parte…

“… In breve salgo il ripido sentiero e mi lascio alle spalle la splendida cornice del Lago Visaisa, che risplende ancora in lontananza, nella spettacolare vallata…

 

Più si sale e più il paesaggio si fa quasi lunare, la scarsa vegetazione e l’ambiente nudo delle rocce rendono il percorso molto particolare, suggestivo e inquietante allo stesso tempo…

 

Col teleobiettivo scorgo in lontananza un piccolo laghetto, questi piccoli specchi d’acqua sono usati dal bestiame durante la stagione estiva, spesso proprio attorno a questi laghetti si trovano animali al pascolo…

 

Tutto il percorso di trekking che risale questo tratto di vallata ha una particolarità, che forse non avete notato. Non ci sono torrenti, non ci sono sorgenti, solo specchi d’acqua che sembrano nascere dal nulla. Questo effetto è dato dalla composizione delle rocce, in questa vallata l’acqua scorre sotterranea, ed emerge solo in prossimità dei laghi, che per questa particolarità, non presentano affluenti o torrenti di scolo. Sembrano pozze d’acqua a se stante, come fossero piscine…

 

La stessa neve che si scioglie col calore dell’estate va ad alimentare questi fiumi sotterranei. Qua l’opera della natura ci offre bellezza e riflessione allo stesso tempo. Pensate che questa vallata è molto vicina a quella esplorata con la narrazione precedente, dove come avete visto l’acqua era ovunque, si dovevano attraversare torrenti, cascate impetuose scendevano con salti spettacolari a valle. Qua tutto è silenzio, la valle si fa muta…

 

Su una della pareti accanto al sentiero possiamo notare un’altra particolarità geologica, l’evolversi stesso della montagna, che nel corso dei decenni, attraverso l’erosione causata dai ghiacciai, modella continuamente il suo aspetto..

 

Col prossimo post di domani vi farò notare un altro aspetto assai singolare, legato al clima e al meteo, non mancate, buona giornata a tutti ,e  buone ferie a tutti coloro che stanno viaggiando nel nostro Bel Paese…” 😉

2 pensieri riguardo “Valle Maira, verso il Lago di Apsoi, 5° parte…

  1. spettacolari queste montagne tra i calanchi, sembra si alzino dal pietrisco nei secoli…e sapere che sotto queste acque lavorano e si ritrovano nei laghetti…buone camminate Maxie e grazie del resoconto puntuale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: