Melfi, 7° parte…

 “… Eccoci pronti a visitare il Castello dopo averlo ammirato sotto molte angolazioni dall’esterno. Questo Castello risale al periodo normanno e fu costruito alla fine del XI secolo, all’epoca costituiva un punto strategico per il passaggio dalla Campania alla Puglia. Appena entrati all’interno del cortile d’ingresso siamo subito colpiti dall’imponenza delle sue alte mura, l’ombra del tardo pomeriggio rende ancor più misteriosa questa visione del cuore del Castello.

All’interno del Castello c’è il Museo Archeologico Nazionale, con  moltissimi reperti di origine greca ed etrusca, si tratta per lo più di corredi funerari rinvenuti nel comprensorio del Vulture Melfese. Subito entrati siamo colpiti da una bellissima opera d’arte, si tratta di un sarcofago in marmo del II secolo d.C. Quella che vedete è la defunta dormiente.

Sulle lastre del sarcofago sono rappresentati dei ed eroi romani, per testimoniare le figure di riferimento della famiglia aristocratica a cui apparteneva la donna. La cosa che mi ha colpito è la perfezione di queste sculture, di una bellezza unica. L’arte spesso è così bella da lasciarci letteralmente senza parole.

Girando tutto attorno al sarcofago possiamo ammirare i vari particolari delle sculture, tutte posizionate all’interno di nicchie. I particolari visti da vicino trasmettono ancor di più quel senso di perfezione che gli artisti dell’epoca riuscivano a trasmettere con la loro indiscutibile abilità.

Personalmente rimango sempre incantato di fronte a sculture di simile livello, i lineamenti, i particolari dei volti, dei piedi, sono qualcosa di meraviglioso. Un patrimonio artistico di cui noi italiani dobbiamo andar fieri.

Una prospettiva fotografica più angolata ci permette di vedere la tridimensionalità dell’opera, ecco che le figure sembrano uscire dalla scena, pronte quasi a scappare da quelle stesse nicchie, un effetto scenografico che ho voluto mettere in evidenza attraverso la mia personale visione dell’opera stessa.

Domani la visita al Museo prosegue con alcune delle molte teche dopo sono esposti i reperti storici di cui facevo cenno all’inizio del post odierno, come sempre vi aspetto, sperando che questa visita sia di vostro gradimento…” 

 

 

3 pensieri riguardo “Melfi, 7° parte…

    1. grazie a te della visita e del commento. Come promesso in occasione della visita vera e propria del Castello ho aggiunto note storiche, come tempo fa mi avevi chiesto. Grazie ancora…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: