Tramonto a Nervi, 1° parte…

” Un pomeriggio di dicembre, il sole che cala lentamente, un paesaggio in divenire che muta la sua bellezza come un fiore nelle sue stagioni. Nervi conserva sempre un fascino unico, nonostante i danni della tempesta di ottobre, l’incanto della sua costa, dei suoi angoli più belli, rimane immutato da generazioni.

 

Gli amanti della fotografia amano concentrarsi sui dettagli, creare arte dalle stesse immagini, impalpabili sensazioni prendono forma fra spazi di solitudine e gemme d’idee, ed ecco nascere foto originali, come questa visione della piscina dismessa, che in futuro verrà demolita.

 

Le note calde del sole d’inverno tingono il paesaggio, tutto è pace, relax, benessere. Si passeggia in un sabato qualunque, lontano dallo stress del lavoro, mi lascio accompagnare dalle note della mia musica e scrivo attraverso i miei scatti.

Prospettive, geometrie, natura, tutto è in sintonia, tutto è lì, davanti a me, muto osservatore di un tempo che scorre inesorabile,  come il piccolo torrente che giunge al mare.

 

Attraverso il teleobiettivo fermo istanti, raccolgo percezioni, leggo la vita nelle sue innumerevoli forme, espressioni di un inverno che nasce nella moltitudine delle idee.

 

La Liguria, terra di pescatori e poeti, non si può non soffermarsi su questi comuni aspetti quando si passeggia per i vari borghi della Riviera. Ed ecco una barchetta nel porticciolo, fra colori che mutano nelle luci del pomeriggio, un’altra pagina di vita sfogliata nel cammino del tempo.

Sto per lasciare il molo quando sento i canti dei gabbiani, mi volto ed ecco un bel momento di vita, centinaia di uccelli si rincorrono alla foce del torrente, una donna sta gettando del pane, tutti gli animaletti si affrettano per afferrare al volo quel pasto donato.

 

Nel prossimo post ci sposteremo per ammirare altre prospettive di Nervi, il viaggio è appena iniziato, continuate a seguirmi…” 😉

2 pensieri riguardo “Tramonto a Nervi, 1° parte…

  1. Ciao Max
    sai che non sono mai stata a Nervi? Ci sono passata per la via Aurelia quando ancora non c’era l’autostrada, ma mai soffermata. Quindi mi fa piacere passeggiate con te in questo magico posto.
    Un abbraccio
    Chiara

    1. Ne ho parlato in molte occasioni nei blog di Nervi, durante quest’anno ne avevo parlato anche in occasione di Euroflora che si è tunuta proprio lì, nei Parchi di Nervi.
      Mi fa molto piacere che trovi interessante questo percorso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: