Da Claviere al Lago dei 7 colori, 2° parte….

“…. La vera bellezza di un percorso nel verde era tutta davanti a me, in questa escursione di luglio, dove il verde acceso della vegetazione rappresentava al meglio la stagione estiva, in tutte le sue forme più belle.

Fiori di delicata bellezza erano fieri di mostrarsi al mondo, i loro colori contrastavano col paesaggio attorno a loro, e contribuivano a rendere quell’escursione una vera meraviglia di luci e poesia.

Lungo il percorso di salita ecco una prima sorpresa, un piccolissimo laghetto immerso nel profondo del verde, un vero set naturale dove cercare scatti originali, e soffermarsi un attimo prima di riprendere il lungo cammino in salita.

Ne approfitto per cogliere un bel riflesso nello specchio d’acqua, talvolta anche nei piccoli angoli del bosco si riescono a trovare luoghi particolari dove lasciare emergere le nostre emozioni più vere.

Ma quel luogo paradisiaco non è solo poesia, ma anche ricordo e riflessione. Lungo le nostre Alpi sono innumerevoli le lapidi in ricordo di chi su queste montagne ha combattuto per la Patria, anche questa escursione ci da modo di riflettere sulla storia della nostra amata Italia, sebbene la morte di questo valoroso soldato sia stata causata da una valanga, come mostra la lapide stessa.

Questi luoghi così paradisiaci in estate, durante la stagione invernale diventano ostici e impervi, raggiungerli spesso costa durissime fatiche, la neve spesso è alta, e sovente tremende valanghe cancellano porzioni di territorio in pochi istanti, non lasciando scampo a chi sfortunatamente si trova a percorrerli.

L’escursione prosegue costeggiando un rigoglioso ruscello, il cui mormorare costante ci accompagna per un lungo tratto, assorbendo tutti gli altri suoni del bosco. La pace qui è assoluta, il relax totale, a parte la fatica della salita.

Mi volto un attimo indietro per ammirare il percorso appena fatto e lo sfondo delle alte montagne alle mie spalle, il cinguettare di alcuni uccellini nelle vicinanze faceva da sfondo alla mia musica, che assieme al ruscello, era un mix di armonia e incanto.

Nel prossimo capitolo raggiungeremo un rifugio e scopriremo un altro specchio d’acqua, raggiungendo la metà del percorso di salita. La seconda metà dell’escursione vedrà scenari via via sempre più nudi a livello di vegetazione, ma anche panorami più ampi. Continuate a seguirmi, il relax continua….. 

 

 

6 pensieri riguardo “Da Claviere al Lago dei 7 colori, 2° parte….

    1. direi che sono molto vivi per quel che riguarda il verde, almeno in queste vallate alpine che ho visto in questa escursione. Grazie del commento, buona giornata Annamaria 😉

  1. Il laghetto riflette così bene che si mimetizza con i colori del posto. C’è il rischio di finirci dentro. Attento a non distrarti troppo con la musica! Scherzo 😉 Anche questo percorso naturale mi sta piacendo molto. Complimenti per gli scatti 🙂

    1. grazie mille per i complimenti. Questo laghetto era proprio mimetizzato nella vegetazione, lo si vedeva solo quando si arrivava lì, è stato curioso fotografarlo.

      Buona giornata 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: