Da S. Rocco di Camogli a S. Fruttuoso, 5° parte.

“….. Percorsi arditi, dove il fisico viene messo a dura prova, ma dove il contatto con la natura è il più puro possibile. Sono pietra che sfrega, sono terra che urla, sono vento che scivola, sono uccello che vola, nel silente abbraccio di una natura che mi ama.

Sotto di me centinaia di metri di puro strapiombo, il mare urla la sua presenza, i gabbiani salutano il mio passaggio, sono voce che danza fra capitoli di salsedine, adrenalina che cresce, nel ventre di un giorno che pulsa come il cuore, fragile carezza di una bellezza che muta.

La parete rocciosa in quel punto è quasi verticale, sento il mio respiro che sale, lo sforzo che cresce, i ricordi che rivivono in me, pensando alle grandi scalate alpine degli anni precedenti, dove solitudine e poesia erano pagine da scrivere nella libertà di una vita fatta di conquiste, di viaggi, di mete sempre nuove, come vette dai mille confini.

Solitamente quei sentieri non sono così frequentati, ma era il giorno di Pasquetta, e un mare di escursionisti si apprestava a vivere la bella avventura che avevo scelto io. Sto scendendo la parete, dietro a me altri escursionisti stavano intraprendendo lo stesso percorso.

Da quel punto la meta è ancora molto lontana, neppure s’intravede. Immagino la prima volta che decisero di percorrere quel sentiero, la scoperta di ogni minimo passaggio, la volontà di procedere dove roccia e mare erano gli unici protagonisti di quel panorama. Il coraggio di guardare solo avanti, nella consapevolezza dei propri limiti, della propria preparazione fisica.

Fra i chiaroscuri di un giorno che non prometteva nulla di buono, ecco il Passo del Bacio, calette segrete dove arriva solo il mare. Quel punto è così riparato dalla montagna che non arriva neppure il segnale del cellulare, per km si cammina solo con la natura, come una volta, come quei primi esploratori che mettevano un piede dietro l’altro per scoprire cosa si celasse dietro ad ogni promontorio.

Nella prossima puntata proseguiremo questa emozionante avventura, vi aspetto, non mancate…. ” 

 

 

 

 

Annunci

13 pensieri riguardo “Da S. Rocco di Camogli a S. Fruttuoso, 5° parte.

  1. Un viaggio sempre più avventuroso quello testimoniato delle tue foto. L’ultima mi piace particolarmente: le nuvole sembrano minacciare pioggia. La natura placida può nascondere qualche insidia. Buon inizio settimana e a presto. 🙂

    1. in effetti a fine giornata era piovuto, come vedrai nelle foto del ritorno sulla via alta. Spesso mantengo la drammaticità delle luci nelle immagini per fare in modo che chi osserva percepisca la luce che avevo davanti al momento dello scatto . Grazie mille della tua attenzione, a domani…. 😉

  2. Mi fai ricordare il sentiero per scendere al Guvano da Corniglia: una delirante discesa, sempre in procinto di precipitare sulle scogliere…
    Eppure non provavo paura, c’è qualcosa di così magico da quelle parti…

    1. quando si compiono certi percorsi escursionistici si è così presi dalla bellezza della natura che quasi non si percepisce la paura di poter cadere.
      Conosco i sentieri delle 5 Terre, li ho fatti quasi tutti. Grazie del commento 😉

  3. Interessante questo percorso. Immagino, con il sole, che foto stupende avresti scattato.
    Il cielo cupo di queste foto aggiunge drammaticità allo scatto.

    1. eh si purtroppo il tempo non era dei migliori quel giorno….

  4. scenari che emozionano; la natura ci regala meravigliosi anfratti.
    Bravo!
    Chiara

    1. Grazie Chiara, ho letto anche i tuoi commenti ai post precedenti, mi fa piacere accompagnarti per i sentieri della mia Liguria, poi un giorno parlerò anche della tua Celle 😉

      1. Grazie carissimo
        Un pezzetto del mio cuore è lì, a Celle: tra i carrugi, nei sentieri della collina, sul lungomare, tra le file di ombrelloni o in riva al mare e sì, anche tra le onde.
        Un abbraccio
        Chiara

  5. Un abbraccio e grazie
    Chiara

  6. San Rocco e poi la fermata del treno a Rapallo quanti ricordi grazie ad avermeli portati.

    Sherabientot grazie

    1. Grazie a te del tuo commento e per aver visitato il mio blog. Abbracci di cuore, continua a seguirmi 😉

      1. Seguirti non so forse ti precedo 😋

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close