Da Tellaro a S. Terenzo, 6° parte.

“…. Mi sto dirigendo a piedi verso la frazione di S. Terenzo, questo tratto di escursione a differenza del precedente è tutto sul lungomare, si costeggia il mare a pochi metri da noi, la calma straordinaria di quella giornata rendeva il paesaggio così perfetto e immobile da sembrare quasi irreale.

La cittadina che vedete sullo sfondo fra le barche è S. Terenzo, la meta del mio viaggio. Il porticciolo di Lerici è molto esteso, si vedono barchette a perdita d’occhio, dovunque si punti l’attenzione sono presenti. Il profumo di salmastro colmava l’aria quasi immobile di quel giorno d’inverno, avvolgendomi come un respiro di marea.

In Liguria, soprattutto lungo le Riviere, il clima anche d’inverno non è mai freddo, è la Regione del nord Italia che può vantare le temperature più alte. In giornate limpide come quella che  vi sto descrivendo si sta bene anche senza giacca, quel giorno c’erano 16°C, non male per essere fine dicembre.

Quella mattina però, ce n’erano soltanto 3, un’escursione notevole causata dai venti settentrionali e dal clima secco. Anche oggi, 21 gennaio, in Liguria abbiamo avuto una giornata simile, questa mattina c’erano 6°C, ma oggi pomeriggio siamo arrivati ben a 17°C! Un’altra giornata incredibile! In questi ultimi inverni questo tipo di giornate si ripetono anche troppo spesso, segno di un clima che muta sempre più.

Alle mie spalle l’imponente mole del Castello di Lerici domina tutta la baia, una scenografia quasi fiabesca, dove tutto diventa poesia, fra i silenzi di un tempo avvolto ai rulli del giorno.

Come dico spesso io, non è tanto la meta a creare emozioni, ma la nostra mente, che può trasportarci dove vogliamo solo con la fantasia. Osservate l’incanto di questo panorama, provata a lasciar correre la vostra fantasia, dove immaginate di trovarvi? Sono sicuro che ognuno di voi vedrà posti diversi, proprio perchè uno stesso paesaggio è in grado di ricreare in ognuno di noi sensazioni diverse.

La bellezza di questo blog è proprio questa, oltre a farvi ammirare angoli da fiaba, v’invito anche a lasciarvi trasportare dalla fantasia, in modo che ognuno di voi possa compiere un viaggio nel viaggio.  Anche la prossima puntata sarà ricchissima di suggestioni, un motivo in più per ripassare da queste parti….” 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: